Roma: gli immigrati non pagano la metro

Hanno un tasso d’evasione di quasi cento volte quello degli Italiani

Ogni giorno 300mila persone prendono la metro, almeno 3mila evitano di pagare la corsa. Evadono soprattutto uomini (70%) dai 30 ai 50 anni (48%). Il 70% sono stranieri. E le verifiche fatte venerdì a Vittorio Emanuele rispecchiano le statistiche.[nbnote ]http://www.ilmessaggero.it/roma/controllori_atac_roma/notizie/257027.shtml[/nbnote]

Quindi, pur essendo nell’intera provincia circa il 12% della popolazione, gli immigrati sono il 70% di chi non paga il biglietto della metro. Rozzamente: hanno una incidenza di evasione di circa 6 volte il loro numero.
Facendo un semplice calcolo, presumendo che siano il 10% – forse anche meno – di chi prende la metro, quindi circa 30mila, significa che quasi il 10% degli immigrati non paga il biglietto, a fronte di uno 0,3% di Italiani. Quindi i passeggeri immigrati evadono quasi cento volte di più degli Italiani.

Se anche gli Italiani avessero la stessa incidenza di evasione, la metro chiuderebbe in tre giorni per mancanza di fondi. La soluzione c’è, e si chiama “discriminazione”. Ovvero discriminare in base ai comportamenti legati all’etnia. Quindi invece di controllare la parte che evade per lo 0,3% – gli Italiani – è molto più intelligente e remunerativo controllare quei 30mila che hanno un tasso d’evasione cento volte superiore.
Molto più intelligente un cernita etnica nei controlli, che dei controlli casuali. Per fare un esempio: se sei un controllore, chi controlleresti tra uno Zingaro e una donna italiana? Con quale dei due avresti più probabilità di beccare l’evasore?

Anche perché, e qui dovete seguire un ragionamento un pò più complesso, questi dati risentono di “controlli” casuali. E con questo genere di controlli a random di due gruppi, uno dei quali molto più piccolo (30mila contro 270mila), la precisione nell’individuare i membri non paganti del gruppo più piccolo decresce. Sono certo che concentrando l’attenzione sul gruppo che già oggi ha il più alto tasso di evasori, la percentuale degli immigrati non paganti salirebbe fino ad 1/3. Ma non lo faranno, sarebbe razzismo, attuare la politica più intelligente, meglio andare a caso.

[nbnote print=”true”]


6 Comments

  1. faro marzo 9, 2013 8:57 pm  Rispondi

    Ci sono linee atac su Roma che transitano per le stazioni da dove salgono e scendono i furbi di cui sopra.
    Tra queste ostiense e la stazione laurentina dove salgono decine di immigrati senza biglietto poi si piazzano puntualmente sulla porta di ingresso impedendone accesso con lo scopo di monitorare se alla fermata salgono controllori ( evento molto raro la mattina e la sera dato il poco spazio sulle vettture piene ),
    perche’ l’atac non predispone i controlli alla salita di queste fermate in modo permanente?
    Perche’ i cittadini italiani debbono continuare a pagare un servizio pessimo dovuto in larga parte anche a questi individui che insozzano e inquinano la nostra vita quotidiana?
    Avete una risposta?
    Saluti.

  2. Werner marzo 9, 2013 9:16 pm  Rispondi

    Razzismo è quello fomentato da chi é troppo indulgente con questi “portoghesi” che non pagano il biglietto della metro, per il fatto che sono stranieri, non se li si multa.

    Il problema poi è anche igienico-sanitario: soprattutto i puzzoni zingari, arabi e negri, sapendo che nessuno li pizzica, salgono tranquilli nei mezzi pubblici, col rischio di contagiare con la loro sporcizia i passeggeri italiani che giustamente obliterano il biglietto per pagare il servizio.

    Uno solo per queste ragioni dovrebbe rifiutarsi di pagare le tasse, perchè poi con queste viene finanziato pure il trasporto pubblico locale i cui controllori sono indulgenti con questi stranieri che non fanno il biglietto!

  3. burningrom marzo 10, 2013 3:28 pm  Rispondi

    Cari amici ormai e’ inutile discutere siamo circondati da questa melma ci sono solo due soluzioni senza attendere che ci salvi nessun governo ne prima ne ora ne mai ,o accettare nel senso di tollerare fino alla resa o accettare nel senso di vibrare colpi con l’accetta dell’istinto di sopravvivenza della nostra seppur contaminata civilta’ europea.

  4. Antonella marzo 10, 2013 6:57 pm  Rispondi

    ma vedi, admin, è piu facile appioppare la contravvenzione ad un italiano che al massimo brontola un pò, piuttosto che rischiare di fare a botte con un extracomunitario, marocchino o peggio zingaro, gente che bazzica in branco e quindi molto pericolosa. Qui il problema sta sempre al vertice, viene loro permesso tutto ed è ciò che noi non possiamo e non voglisamo piu tollerare, Per farti un esempio, ieri viaggiavo in auto quando ad un certo punto un marocchino mi taglia la strada in bicicletta, ignorando totalmente lo stop che aveva. La mia fortuna ha voluto che andassi molto piano e quindi sono riuscita a fermarmi, ma al mio suono del clacson l’imbecille cervelletto di gallina è andato via sbraitando e dicendo che la precedenza l’aveva lui. Ecco come siamo ridotti, a sopportare questa merdaccia che gira indisturbata; arrogante, prepotente, stupida, ignorante, sporca, immorale, e chi ha voglia di aggiungere altro lo faccia

  5. gigi marzo 10, 2013 10:27 pm  Rispondi

    Non c’e’ molto da aggiungere sei stata piu’ che educata anzi, a definire questi opportunisti con aggettivi delicati come si conviene al gentil sesso.
    Io aggiungerei solo che salvo eccezioni ( seppur ci saranno) tutta la melma extracomunitaria in genere, e mi riferisco a quella composta dai fannulloni ladri furbastri ,sa bene che in italia e anche nel resto d’Europa siamo soliti porgere l’altra guancia ma a loro, bada bene,,basta solo aver capito che possono prendersi altre parti anatomiche e lo stanno facendo trombando sfruttando insudiciando violentando la nostra nazione e la nostra storia .loro che di storia non ne hanno e non ne avranno mai come non avranno mai rispetto della gente che li ha accolti sfamati e ospitati ,penso che i vari eroi nazionali del risorgimento o anche gli stessi uomini caduti nele ultime battaglie a difesa della patria in cui credevano e che hanno difeso dalle invasioni da nord ora si staranno rigirando nelle tombe poveracci ,i loro nipoti i giovani odierni sono a favore del meltin pot e promiscuo di razze in modo scatenato e che si e’ tramutato in insidia per loro stessi ,guardiamo a titolo di esempio cosa succede nel regno unito.
    Mi fermo qui .

  6. bluetooth marzo 19, 2013 9:02 pm  Rispondi

    Il comune di Roma permette a questi fetenti di viaggiare sugli autobus senza pagare con un semplice foglio comunale in barba a quei coglioni che invece il biglietto lo pagano sempre. e proprio stasera ho visto iuna scena penosa , una ragazza italiana beccata dai controllori che sporadicamente si vedono sui bus si e’ messa a piangere perche’ era senza biglietto lo aveva perso quindi come sempre per i balordi pagano le persone perbene… ma ora ci siamo ROTTI DAVVERO I COGLIONI quindi per chi legge se vedete un pezzo di merda immigrato che sale e non fa il biglietto per favore buttatelo fuori dal mezzo respirerete aria piu’ pulita e non rischierete malattie ne furti o aggressioni da ubriachi sporchi merdosi e arroganti animali che ci stanno invadendo!!!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *