Alfano esulta: con la congolese non ci sono più confini

Dichiarazione congiunta del presidente del consiglio, Enrico Letta, e del vicepresidente del consiglio e ministro dell’Interno, Angelino Alfano.

Cecile Kyenge è fiera di essere nera e noi siamo fieri di averla nel nostro governo come ministro per l’Integrazione.

A fronte degli attacchi razzisti che ha ricevuto, a Lei va, anche pubblicamente, la nostra piena solidiarietà.

Come sottolineato in sede di insediamento dell’esecutivo alle Camere, bisogna fare tesoro della voglia di fare dei nuovi italiani, e la presenza di Cecile Kyenge nel governo riteniamo dia una nuova concezione del ‘confine’, che da barriera diventa speranza. La speranza di costruire, a partire da scuole e università, una vera comunità dell’integrazione. http://www.angelinoalfano.it/

Il maggiordomo di Arcore dovrebbe spiegarci perché, la signora può dirsi fiera di essere “nera” e noi non possiamo volere, fieramente, rimanere bianchi e italiani. Fare i servitori causa un evidente atrofizzazione della capacità di pensare.

Questo è il ministro degli interni del Pdl. Che ha quasi vinto le elezioni promettendo di difendere i confini.

Fate spazio ai “nuovi italiani” nelle scuole e nelle università. Dove loro hanno le quote garantite.

Intanto, mentre ieri Angelino Jolie concepiva questo commento, una ragazza veniva sgozzata da un clandestino mai espulso. E’ ora di denunciare i ministri degli interni, quando accadono queste cose.


3 Comments

  1. Werner maggio 4, 2013 9:01 pm  Rispondi

    Ma ancora esiste qualcuno che crede alle balle di Berlusconi & Co.?

  2. Stefano maggio 4, 2013 10:00 pm  Rispondi

    Non ci ha mai creduto nessuno, caro Werner. Il fatto è che, senza Berlusconi, “quegli altri”, in 20 anni di governo, ci avrebbero già regalato matrimoni sodomiti, cittadinanza a tutti dopo 24 ore dallo sbarco ed assegni di meticciato… Berlusconi non è la soluzione, è solo un “ritardante”, ma meglio di nulla… Ti rendi conto che non esiste un solo partito di una qualche consistenza numerica che ponga lo stop all’immigrazione come punto programmatico basilare? Nemmeno Alternativa Sociale o la Lega Nord, che pure su questo tema hanno “giocato” per anni. Solo Forza Nuova, Alba Dorata ma non è con lo 0,9% che si cambiano le cose, Werner…

    • Werner maggio 4, 2013 10:25 pm  Rispondi

      Devo riconoscerlo Stefano, effettivamente, tante cose sotto Berlusconi sono state evitate, ma questo lo si deve al fatto che ha immobilizzato il paese per aver fatto le sue leggi e provvedimenti ad personam.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *