Marino non va alla pagliacciata gay: O-M-O-F-O-B-O

Marino, no al Gay Pride: “Voglio stare in famiglia”
Il neo-sindaco di Roma declina l’invito al corteo: “Voglio riposarmi”. E’ polemica: “Così offendi gli omosessuali”

Ecco la “microcrazia”. I gay hanno talmente perso il senso della misura, che ormai, se non fai immediato atto di sottomissione all’idolo, offendi i nuovi sacerdoti del culto omosessualista. Come osi, tu, Marino, preferire la tua famiglia al gay pride? Sei forse tu, omofobo?

E’ uno degli aspetti della dittatura delle minoranze iper-protette. E iper-privilegiate.


Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *