La sentenza folle del caso Valandro

Non è possibile – insistono i giudici – alcuna interpretazione alternativa a quella di un preciso pregiudizio razzista estrinsecatosi in un invito esplicito allo stupro nei confronti della ministra in quanto meritevole di ciò PER LE SOLE CIRCOSTANZE… DI PROVENIENZA GEOGRAFICA E DI COLORE DELLA PELLE”.

 

 


E io che pensavo che lo sfogo della Valandro, a seguito dei ripetuti gravissimi fatti di cronaca riguardanti clandestini, fosse dovuto al proposito della Kyenge di abolire il reato di immigrazione clandestina oltre che attirare altra immigrazione tramite nefasto ius soli…

Ma no, le ha augurato lo stupro perché negra. PUNTO.
Logico, no?

Follia è dire poco. I giudici si sono inventati del razzismo dove oggettivamente non c’era. La LORO PERSONALE interpretazione diviene LA VERITÀ.
La giustizia si dovrebbe piegare alla verità mentre ora abbiamo la giustizia che crea la sua verità, a suo piacimento.


Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *