Ha incitato allo stupro: è un fanatico della Kyenge

Questa è l’immagine di copertina del profilo fb, di Gianluigi Piras, il piddino presidente del forum regionale Pd sui diritti, che ha incitato allo stupro della Isinbayeva. Riconoscete la “bellezza” ( dallo sguardo sveglio) ivi raffigurata?

Questo invece è un “twitt” ( brutto termine ) di Piras, nel quale si lascia andare a tutta la sua “parafilia” verso la Kyenge:

Saremmo curiosi di sapere quale grande valore culturale e politico, abbia dimostrato una che ha passato i mesi da ministra a regalare cittadinanze patacca ( sempre in compagnia una costosa scorta, che guida contromano), e a offendere le suore. E ci viene il dubbio ( che è più una certezza), che è proprio l’essere una congolese a rendere la Kyenge tanto “solare”, agli occhi di Piras.

Piras è l’emblema dei fanatici post ’68 dei diritti. La sua “lotta politica” si focalizza nell’ossessione di dover estendere continuamente i “diritti” ( o più precisamente, le libertà), fregandosene ( se va bene) che così facendo si sovverte ogni regola e ordine naturale ( finendo a calpestare altrettanti diritti).

Poi, però, tutto questo suo amore per le “libertà”, si dissolve quando ha a che fare con qualcuno che non condivide le sue visioni “aperte”.

Ab uno disce omnes.


8 Comments

  1. Stefano agosto 18, 2013 10:22 am  Rispondi

    E’ inutile pretendere da questa gente spirito critico…
    Una volta che hanno donato il proprio cervello alla causa, diventano impermeabili anche all’evidenza.

    Di più, la contrastano fanaticamente…

    Kabobo massacra tre italiani? E’ una povera vittima del razzismo e va difeso dagli italiani malvagi e xenofobi…

    Arrivano in un paese al collasso milioni di “migranti”, senza che si intraveda una fine del fenomeno? Nessuna paura, è solo ricchezza, materiale e culturale…

    Una congolese, ex-clandestina, spinge per dare la cittadinanza ai migranti, il che significherebbe, nel giro di trenta anni, diventare servi in casa nostra? Nessun problema, si integreranno e saranno come noi. Chi lo garantisce? L’amore e la solidarietà…

  2. Mos maiorum agosto 18, 2013 11:40 am  Rispondi

    breivik ,breivik,breivik…

  3. Stefano agosto 18, 2013 11:58 am  Rispondi

    E si, alla fine si capisce anche Breivik e pure Casseri…

    E’ talmente abnorme l’aberrazione in cui stiamo scivolando, SENZA CHE APPARENTEMENTE SI POSSA FAR NULLA PER FERMARLA, che è logico che le menti più fragili o solo più partecipi possano deragliare ed insorgere violentemente contro questa cappa mefitica che ci sta uccidendo…

    Come direbbe la Kyenge a parti invertite? Vittime dell’immigrazionismo…

  4. Stefano agosto 18, 2013 12:00 pm  Rispondi

    Aggiungo: “SENZA CHE APPARENTEMENTE SI POSSA FAR NULLA PER FERMARLA, NONOSTANTE LA STRAGRANDE MAGGIORANZA (80% CIRCA) DEGLI ITALIANI LO VOGLIA FARE”.

    Siamo a livelli da Lombardo Veneto. La “stragrande maggioranza” degli italiani non lo voleva ma lo doveva subire, perché non aveva il potere. Risultato?

  5. Mos maiorum agosto 18, 2013 12:14 pm  Rispondi

    no scusate,ho citato un massacratore.

    MI DIMETTO!

    ps

    ma resto commentatore 😉
    a buon intenditor…

  6. Double Axe agosto 21, 2013 5:21 pm  Rispondi

    E’ ormai ovvio che l’unico merito di questa donna sia quello di essere Congolese. A lei si condona tutto, anche le recentissime uscite sulla “terra di tutti”, “l’immigrazione come risorsa anti-crisi” et similia.

  7. angelo willer settembre 13, 2013 3:38 am  Rispondi

    solo dei malati mentali come PIRAS,altri sinistroidi non possono vedere il risultato di integrazione forzata con dei trogloditi lontani anni luce e radicati nei costumi piu atroci dell´umanitá,:lapidazioni,decapitazioni,infibulazione,e pedofilia legalizzata con matrimoni forzati ,se tutto questo per la sinistra é normale significa che anche lei acetta tutte queste barbarie e ne é complice,gli africani hanno capito che il governo italiano é calabraghe e che hanno l´appoggio incondizionato della folle sinistra e della kienge antiitaliana, per questo si sentono leoni ,dove prima erano conigli per non aver preteso quello che in ITALIA HANNO LA SFACCIATAGINE DI PRETENDERE E RICATTARE SENZA LAVORARE,tra qualche anno avremo una ITALIA RIDOTTA A UNA SPAZZATURA ALTRO CHE RICCHEZZA,GRAZIE ALLA SINISTRA,,

  8. Stefano settembre 13, 2013 4:26 pm  Rispondi

    Tra qualche anno, Angelo? L’Italia è GIA’ ADESSO una discarica a cielo aperto! Tra qualche anno avremo la guerra civile tra bande…

    Perché, tra le tante menzogne propinateci, c’è quella sul numero REALE di allogeni presenti sul territorio. Chiunque, solo uscendo per strada una sera (è di sera e soprattutto di notte che gli allogeni vivono e “lavorano” per pagarci le pensioni) e trovandosi straniero in casa propria, si rende conto che, per uno in qualche modo censito, ce ne sono altri tre impermeabili a qualunque rilevamento.

    Finché manette non sopravvengano, naturalmente…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *