Festeggiano compleanno di Hitler: a processo!

Credevo fosse uno scherzo. Di aver letto male o di essere stato catapultato ai limiti della galassia da un improvviso sbalzo quantico. E invece no, la magistratura italiana ci regala sempre nuovi picchi di scemenza.

VARESE – Si e’ aperto oggi a Varese il processo nei confronti di 22 persone che nel 2007 si riunirono in una birreria a Buguggiate (Varese) per festeggiare il compleanno di Adolf Hitler. Tra gli imputati accusati di istigazione all’odio razziale, il consigliere comunale del Pdl a Busto Arsizio Francesco Lattuada. Secondo l’accusa, gli imputati intonarono cori razzisti stravolgendo canzoni pop con riferimenti agli ebrei o ad Anna Frank. Le scene, documentate dalla Digos, saranno proiettate in aula.

Ora, io non ho neanche idea di quando sia il compleanno di Hitler, e il mio interesse su di lui è puramente storico. Ma vi assicuro che una notizia del genere mi fa venire una voglia matta di informarmi e organizzare una bella festa. Così, solo per fare un dispetto alla Digos che, mi domando: non ha nulla di meglio da fare che riprendere bizzarre feste private?

Oltretutto non comprendo come possa essere “istigazione”, l’avere “intonato canzoni” – per quanto sciocche potessero essere – ad una festa privata. Posto che comunque è di per se, quello di “istigazione” è un non-reato concepito da folli, uno dei quali a processo per Mafia.
Chi istigavano, i cameramen della Digos? Veramente ridicolo.

E se ora qualcuno si mettesse ad intonare in casa sua che so, “faccetta nera”, gli piomberebbe in casa una squadra d’intervento rapido della psicopolizia?

Ah, e non è una barzelletta:

Le scene, documentate dalla Digos, saranno proiettate in aula

Anche se ne ha tutta l’aria. I pagliacci vestiti di nero hanno colpito ancora.


4 Comments

  1. Luciano gennaio 16, 2013 8:41 pm  Rispondi

    Con queste stronzate dei giudici, viene veramente voglia di fare qualcosa, che so, un nazy-party o un fascio-dinner…
    sicuramente sarà affollata dalla digos…

  2. Werner gennaio 16, 2013 11:51 pm  Rispondi

    Ma cosa dei pazzi, processare 22 persone perchè festeggiavano il compleanno di Hitler. Si è oltrepassato il ridicolo in questo paese: ma cosa gliene frega ai magistrati di queste cose, ma mi si occupano di cose ben più gravi, di veri reati.

    Processate i politici come Fiorito che rubano, i parassiti alla Briatore che aprono un locale in Kenya oppure i vu cumprà negri che evadono il fisco, i banchieri che speculano coi risparmi della gente, i porci che stuprano, i pedofili che abusano sui bambini, no queste persone che non hanno commesso alcun reato! Vergogna!

    E se invece fossero degli islamici che sgozzano le pecore durante il ramadan sul nostro territorio, oppure dei cinesi che uccidono i cani x mangiarseli, non succederebbe nulla, vero? Il fatto costituirebbe un reato x davvero perchè per la legge italiana gli animali non si possono toccare

  3. Lupo Bianco gennaio 17, 2013 12:13 am  Rispondi

    Quando si leggono notizie simili, dove dei magistrati hanno portato ad un’indagine e sotto processo delle persone per cose futili, che non sono reato e che non hanno fatto male a nessuno, si capisce la demenza di queste persone. Perchè questi sono gli stessi che arrestano e perseguitano persone che esprimono idee non consone al sistema o perchè festeggiano personaggi sgraditi a questa società e poi lasciano liberi i criminali allogeni, i politicanti truffatori ed i pedofili. Ma questi magistrati godono nel far del male al proprio popolo? Mi auguro solo che primo o poi paghino per le loro crudeli azioni.

  4. LOcust gennaio 30, 2013 8:41 pm  Rispondi

    Ma la DELAZIONE non era caratteristica dei Regimi Totalitari e delle Dittature?????
    Che Paese folle…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *