ALFANO HA LE MANI SPORCHE DI SANGUE

L’ennesima strage islamica. Ancora una volta figlia di disastrose politiche di accoglienza a gambe spalancate.

I politici che governano l’Europa hanno le mani sporche di sangue. Chiunque non si opponga all’immigrazione di massa ha le mani sporche di sangue. Le varie associazioni umanitarie senza frontiere, i volontari a pagamento, i preti da onlus, il Vaticano, i politici, le Carita$, la Marina Militare, la Guardia Costiera e i singoli idioti che votano il PD in Italia e i partiti pro-invasione nel resto d’Europa: siete voi che armate questi criminali.

Siete voi che avete permesso l’importazione di milioni di islamici in Europa nei decenni scorsi. Voi che ancora, davanti alla catastrofe ormai quotidiana, ne permettete l’ingresso continuo. Loro uccidono, ma voi avete le mani sporche del sangue degli innocenti.

Il tunisino ricercato per la strage di Berlino è sbarcato in Italia nel 2011. Recluso – al tempo c’era ancora il reato di clandestinità – ha dato vita alla rivolta di Lampedusa che ha incendiato e distrutto il CIE. Finito in carcere è uscito nel 2015, Alfano non l’ha espulso: gli ha dato un foglietto con scritto ‘sei espulso’. E lui è andato in Germania.

Lì ha incontrato altri idioti. Che l’hanno arrestato 3 volte. E sempre liberato. Senza però espellerlo. Fino all’altro giorno, quando ha agito. Facendo 12 morti.

E’ l’ennesimo profugo islamico che uccide innocenti in Europa. Eppure i politici e i media di distrazione di massa invocano, ancora, l’accoglienza. Proprio ieri, i galoppini del governo hanno vomitato altri 300 potenziali terroristi raccattati in Libia in Italia: farabutti.

Perché Merkel, Renzi e Alfano non sono a processo per quello che sta accadendo? E’ vero, i profughi uccidono, ma sono loro ad averli fatti entrare e, ancora peggio, sono loro che continuano a farli entrare.

Siamo in presenza di qualcosa di inspiegabile se non in termini psichiatrici: un masochismo sadico è nelle teste dei nostri governanti. E’ tempo di liberarcene. E poi, toccherà agli islamici, che devono tornare da dove sono venuti.


Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *