Ötzi mette in crisi l’origine ‘africana’ di Homo Sapiens

Ötzi è il primo europeo, almeno il primo del quale si può conoscere il DNA. Il suo corpo, ritrovato al confine tra Italia e Austria in un ghiacciaio nel 1991, ci racconta la nostra storia genetica. E’ vissuto circa 5.300 anni.

Il DNA di Ötzi è già stato completamente analizzato. Il suo maschio Y-DNA è ora più comunemente si trovano nel sud della Corsica, e il suo DNA mitocondriale femminile ha dimostrato che Ötzi appartiene alla subclade K1, che si trova in circa il 10 per cento degli europei moderni.

Un nuovo studio, pubblicato dall’Accademia Europea di Bolzano (EURAC) – un famoso centro di ricerca privato – mette in dubbio la teoria – perché di teoria si stratta – sull’origine africana dell’umanità. La tesi della “migrazione dall’Africa” ??non è compatibile con i batteri che si trovano nel corpo di Ötzi.

Un breve excursus: la teoria ‘Out of Africa’, che mette l’origine dell’umanità nel continente africano, non significa che “siamo tutti africani”, perché quelli che sarebbero usciti dall’Africa 65.000 anni fa non erano umani. Sarebbe come dire che “siamo tutti scimmie”.

Comunque sia, ora un batterio mette in crisi la teoria.

La storia di batteri che si trovano sul corpo umano mima esattamente la storia dell’Uomo. Gli scienziati avevano sempre dato per scontato che in origine vi erano due tipi di un batterio conosciuto come Helicobacter pylori uno africano e una versione asiatica.

La teoria “Out of Africa” ??è basata sul presupposto che la versione europea di Helicobacter pylori sia frutto di una combinazione di ceppi africano e asiatico.

Pertanto ci si aspettava che l’Helicobacter pylori trovato su Ötzi fosse dello stesso tipo che si trova nei moderni europei, ma non lo è.

Questo europeo del Neolitico non aveva questo ceppo, ma invece un ceppo che è oggi trovato in Asia centrale e meridionale”.

La ricombinazione dei due tipi di Helicobacter si è quindi verificata in un’epoca successiva a quella di Ötzi, e questo dimostra che la storia degli insediamenti in Europa è molto più complessa di quanto precedentemente supposto. E non si adatta con la linea temporale proposta dalla teoria “Out of Africa, si adatta invece meglio all’origine “multiregionale” del genere umano.


1 comment

  1. Vitichindo marzo 19, 2018 3:58 pm  Rispondi

    Nulla di cui stupirsi, io lo sapevo già!
    E’ da li che vennero i primi Cro-Magnon che colonizzarono gran parte della superfice terrestre, e in seguito gli indo-europei cacciatori-raccoglitori!
    Chi lo nega o è stupido, o in malfede!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *