Piantatela col pressappochismo: la strage è figlia del melting pot

Di fronte all’inqualificabile strage di Parigi, ai vari ‘progressistoidi’ ( con Boldrini in prima linea), non resta che la solita zolfa pressappochista:” brutto gesto, ma questo è terrorismo, non è islam..”
Insomma, da un lato islam e cosiddetto “terrorismo”, sono due cose ben distinte; e dall’altro , bisogna accettare che “si… ogni tanto, si deve subire il secondo, pazienza..”.
Che vi sia cecità ideologica in queste asserzioni, è chiaro a chiunque abbia abbastanza cervello da non sostenere ogni scelleratezza, pur di continuare a stare “dalla parte giusta” ( o magari, di lavarsi la coscienza…)

La-Boldrini-con-il-velo-alla-moschea-di-Roma-1

E’ già l’onnipresente parola ‘terrorismo’, che è da mettere in discussione. Questa è difatti molto buona per mascherare alcune caratteristiche, che sono in realtà consustanziali all’Islam. Ammazzare chi prende in giro Allah o Maometto, non è un’azione che piove dal cielo; essa è altresì manifestazione di quello che è il generale atteggiamento delle società islamiche nei confronti della loro religione, e di chi ne mette in discussione la sacralità. Ci si dimentica il fatto che nelle società islamiche il sistema legale si è storicamente sviluppato mediante la shari’a, e quindi implicando come vero principio cardine del Diritto, la veridicità della Rivelazione maomettana. Se non si capisce questo, non si sa nulla di Islam.
Tra i vari effetti di questo sub-strato religioso, c’è il fatto che nelle società della ‘umma’, non si sono mai sviluppati, in maniera indipendente, principi liberali come i nostri. E che non sia comunque bastato il contatto con l’Occidente in epoca coloniale e post-coloniale, per far si che essi potessero realmente imporsi nelle società islamiche, ce lo ricorda, ad esempio, quanto accaduto con le ‘primavere arabe’ ( che hanno messo in evidenza una voglia di shari’a ‘senza se e senza ma’), oppure il fatto stesso che il mondo islamico, nel suo complesso, abbia sempre rifiutato la “Dichiarazione universale dei diritti umani”, preferendo molto prosaicamente (e non senza una certa “paraculaggine” se vogliamo) la “Dichiarazione islamica dei diritti umani”.

null

In riferimento a ciò, questo passo è tratto proprio dall’articolo sulla “libertà d’espressione” della suddetta Dichiarazione:

Ogni persona ha il diritto di pensare e di credere, e di esprimere quello che pensa e crede, senza intromissione alcuna da parte di chicchessia, fino a che rimane nel quadro dei limiti generali che la Legge islamica prevede a questo proposito. Nessuno infatti ha il diritto di propagandare la menzogna o di diffondere ciò che potrebbe incoraggiare la turpitudine o offendere la Comunità islamica.

Per questo, bisogna comprendere chiaramente alcuni punti, che sono in realtà piuttosto ovvi: nella cultura musulmana, non è concepita la libertà di parola; essa è sottoposta all’Islam. E chi ‘fa satira su Allah o lo offende’ ( e il confine è chiaramente soggettivo), chi in pratica ‘bestemmia’, non è un ‘poco di buono’, ma un uomo che deve morire.

Ora, l’Occidente decadente, sotto la spinta dei vari interessi ideologici ed economici, non soltanto fa venire masse da paesi con tale cultura, ma si preoccupa anche ossessivamente di farli sentire a casa loro ( come se si potesse far ciò, non impedendo a noi di vivere secondo il nostro modo); si preoccupa, ad esempio,di costruire moschee ( pur sapendo che sono da sempre luoghi politici, in cui la comunità islamica lega, in cui nascono scuole fondamentaliste, in cui è diffusa la propaganda anti-occidente e anche terrorista); oppure di togliere presepi, crocifissi, di fare carni ‘halal’; dove le cose vanno peggio ( e il sistema legale lo permette con maggiore facilità) si preoccupa anche di iniziare ad applicare la shari’a.

L’occidente quindi, si premura di importare la “umma”: quella umma poi, potrà anche parlare francese meglio di Baudelaire ( o italiano meglio di Manzoni), ma resterà sovrapponibile a quella che è restata in Algeria o Pakistan.
E magari un giorno prenderà il potere, e cambierà direttamente costituzione e tutto quanto, non lo possiamo sapere con certezza; ma quello che invece è certo è che essa è un continuo elemento di rischio per la popolazione nativa: perché le sue ‘visioni’ sono pericolosamente differenti. E là in mezzo, ci saranno sempre quelli più ‘motivati’, o semplicemente quelli con più ‘tempo libero’, che si prenderanno l’onere di difendere il buon nome dell’islam da ‘kafir’ e ‘irrispettosi’ vari.
A riprova di ciò, il fatto che a difendere, o trovare attenuanti, nella strage di Parigi, non siano in pochi; poi, ovvio, che chi ha certe responsabilità, come le fonti ufficiali delle varie ‘comunità musulmane’, diranno che il gesto è sbagliato. Del resto, Ulisse stesso non ha certo fatto troppo rumore, mentre era nel famoso cavallo.

null

Se si riflette un attimo, si osserva quindi che un dramma come la strage di Parigi, non mette tanto in evidenza la negatività del terrorismo islamico, ma dell’immigrazione che l’Europa sta subendo; di quanto è deleteria l’idea di costruire una società multietnica, con ‘culture’ poi tanto distanti. Non è per nulla necessario, in realtà, neanche tirare in ballo il terrorismo fondamentalista vero e proprio, che si riconosce per la volontà cosciente di espansione ( anche violenta), oppure per visioni ‘teologiche’ ‘particolari’, come la giustificazione dell’attentato suicida.
Del resto, nella strage di Parigi, non c’è un atto d’aggressione contro un’autorità politica, non c’è un attentato kamikaze, non c’è in pratica un atto particolarmente eversivo dell’ordine politico o un colpire ‘nel mucchio’, per creare gratuitamente caos e terrore.
Vi è una condanna a morte per “bestemmia”, perfettamente in linea con l’islam; semplicemente alcuni membri della umma ‘francese’, in assenza ( almeno per ora ) di appositi tribunali e boia in quel di Francia, non hanno avuto altra scelta che fare da sé ( poi è ovvio, che esistendo oggigiorno organizzazioni terroristiche più floride che mai, questo facilita ogni attività violenta).
Il fatto di mettere subito in mezzo la dualità “terrorismo-islam” denuncia la puerilità dell’Occidente, e dei ‘progressisti’ in particolare, che credono di poter prendere tutto quello che è poco “fotogenico” dell’Islam, e metterlo nel mega-contenitore ‘terrorismo’.
Ma problema di base non è appunto la prosperità del terrorismo in ambiente islamico ( che è certo una grande aggravante), ma aver importato la umma a casa nostra, con quanto ne deriva in sfregio del territorio e quindi perdita dell’identità, e nei vari rischi che si generano nel far convivere etnie tanto diverse, con nello specifico il pericolo sempre dietro l’angolo di violenze, di omicidi, di attentati.

null

La domanda da farsi a questo punto, è: per quale motivo? Perché bisogna anche correre il rischio che qualcuno si prenda l’onere di far rispettare l’islam in casa nostra, specie oggigiorno che vi sono anche le succitate organizzazioni terroristiche più che mai rigogliose?
La risposta la conosciamo: tutto ciò solo per non toccare il dogma dell’immigrazione: perché non soltanto si deve subire passivamente il riversamento della sovrappopolazione del terzo mondo in Europa, ma bisogna anche essere pronti a morire pur di subirlo.
E come sappiamo tutti, nulla cambierà dopo la strage di Parigi: continueranno e si accresceranno, col progredire dell’immigrazione, i conflitti etnici in Europa, e inoltre, terroristi già ben addestrati potranno facilmente infiltrarsi nei flussi migratori, anzitutto in quelli clandestini che la la nostra repubblica delle banane, mista in maniera compulsiva ogni giorno. Troppi interessi economici, troppa stupidità ideologica, impediranno ogni cambiamento.
L’attuale assetto politico non si rovescerà, se non nel caos generato dalla sua implosione socio-economica; e in realtà anche lì bisognerà essere pronti a morire . Questa volta, però, non per svendere la nostra terra, ma per difenderla.


13 Comments

  1. voxetveritatis gennaio 9, 2015 12:34 am  Rispondi

    Ben detto,bisogna difendere la propria terra mica svenderla.
    Ovvio che l’ideologia dei politici non cambierà,troppi interessi economici,hanno voluto il petrolio degli arabi che gli hanno imposto milioni di mussulmani in Occidente allo scopo di invaderci e conquistare le nostre preziosissime terre.
    Succederà qualcosa di brutto,nascerà una guerra perché non tutti gli occidentali vogliono subire le merde islamiche,non tutti vogliono perdere la libertà e l’identità che l’Occidente ci da.
    Come secoli fa la storia si ripete,è impossibile la convivenza tra due razze e culture diverse,specialmente quando una è basata sull’annientamento di chi non è della stessa religione.
    I politici occidentali stanno a guardare,ma il popolo occidentale non vuole subire.

    • poloblu marzo 20, 2015 7:31 pm  Rispondi

      Sono d’accordo con te , solo voglio essere un po’ piu’ ottimista e sperare che i politici capiscano , spero presto e si possa cosi’ evitare la guerra che tu preconizzi realisticamente.

    • Django dicembre 1, 2015 1:27 pm  Rispondi

      Parla quello7a che considera META’ dei bianchi europei gia meticciati, nel più puro siìtile kyenge… f-ttiti!!!

  2. art gennaio 9, 2015 11:06 pm  Rispondi

    Visto che siamo in tema di screenshots, guardate cosa dicono in questa pagina:
    https://www.facebook.com/114099168608363/photos/a.114109671940646.14613.114099168608363/892274600790812/?type=1&theater

    https://www.facebook.com/114099168608363/photos/a.114109671940646.14613.114099168608363/930178113667127/?type=1&comment_id=932396303445308&notif_t=photo_reply

    sentite questa: “ancora pochi anni e l’italia sarà nostra che voi lo vogliate o meno !!!!!”

    io sto perdendo sempre più le speranze, gli italiano continuano a difenderli…

    • Django marzo 21, 2015 2:13 am  Rispondi

      Intanto i loro facebook sono stati eliminati, dubito fortemente che queste merde prenderanno mai il sopravvento in qualcosa. Più passa il tempo, più il loro quoziente intellettivo diminuisce!

  3. L. novembre 23, 2015 5:17 am  Rispondi

    In realtà, l’islam è una religione anticostituzionale: cozza contro il nostro sistema giuridico. Dovrebbe essere messa fuori legge, in Italia e in Europa, perchè da noi è vietato propagandare idee come l’inferiorità femminile o la liceità dello stupro su una moglie non consenziente, o la violenza domestica, due concetti che l’islam ha e che va avanti ad avere, anche se tali persone vivono qui in Italia. Ora, la domanda è: se io fondo un culto che prevede sacrifici umani e cannibalismo e fa propaganda su tali cose, vengo giustamente spedito in carcere perché tali cose sono contrarie all’ordinamento giuridico italiano. Perché l’islam è permesso, dal momento che in molte delle sue “leggi divine rivelato dal dio allah” ci sono elementi che sono in contrasto con quanto afferma la nostra Costituzione?

    “Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo
    i propri statuti, in quanto non contrastino con l’ordinamento giuridico italiano. I loro rapporti
    con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze”.

    l’Islam afferma che sia lecita l’inferiorità della donna e persino la schiavitù (persino sessuale: concubine). Allora come può essere tollerato in Italia?

    • voxetveritatis dicembre 7, 2015 5:12 pm  Rispondi

      L’islamismo viene permesso in tutto l’Occidente solo perché sfiga vuole che il petrolio sia nelle mani degli arabi,che ci hanno imposto milioni di musulmani da noi in cambio di quella robaccia tossica nera.
      Gli emiri sono diventati miliardari solo grazie agli occidentali,se i bianchi non fossero stati interessati al petrolio sarebbero rimasti dei semplici pezzenti analfabeti in mezzo al deserto.Il tanto decantato lusso degli Emirati Arabi lo hanno costruito gli occidentali mica gli arabi.
      A noi bianchi gli arabi ci hanno sempre trattati da schiavi da quanto erano riconoscienti che gli abbiamo portato progresso e ricchezza.Ma la loro dittatura sta finendo.
      Torneranno ad essere beduini e in tale maniera creperenno.

      • Django dicembre 10, 2015 3:11 pm  Rispondi

        Hei… per una volta scrivi qualche cosa di sensato, senza tirare in ballo le tue solite stronzate su mediterranei mezzi-negri ed altre amenità assortite!!!
        Peccato solo che trascuri sempre e comunque (volontareiamente) il ruolo che gli sporchi ebrei ricoprono in tutto questo… ed è un ruolo che che pesa MOLTO più di quello di noi bianchi, e perfino degli stessi arabi (che come hai detto, sono per lo più dei meticci analfabeti… da soli non sarebbero capaci di far funzionare la giostra). In oltre… sono proprio gli ebrei, con i loro butattini U.S.A. (e getta) i veri responsabili delle guerre in medio oriente, fatte solo per arabattarsi il petrolio e riempire noi di extracomunitari non-bianchi!!!
        Di certo l’uso di motori ed energie alternative, rinnovabili e pulite ci libererebbe da buona parte di questo giogo infernale!!!

      • Django dicembre 10, 2015 3:20 pm  Rispondi

        Hei… magari questo vul dire aria di cambiamenti, e in positivo… in oltre accade ora che siamo quasi sotto Natale, preghiamo gli Dei e speriamo in bene!!!

  4. voxetveritatis dicembre 11, 2015 3:15 pm  Rispondi

    Rinc-glionito totale ancora affermi che gli arabi sono bianchi??Arabi mulatti,cioè mezzi bianchi??Ahahahahahahahaha.
    Quanto disperati siete voi trroni ahaha.
    E sì gli arabi sono famosissimi in tutto il mondo per la loro pelle così bianca e i loro lineamenti delicati e fini,i loro capelli color oro e gli occhi azzuro cielo e ovviamente per la loro grandezza fisica AHAHAHA.
    Solo su internet si legge questa str-nzata,chi la afferma a mitraglia sono sempre i trroni,cioè arabi cristianizzati,che disperatamente vogliono essere bianchi e che vogliono la completa terronizzazione dell’Italia affinchè tutti siano nani di 140 cm,con il nasone aquilino,pelle color m-erda,capelli crespi occhi e peli negri,tutto costruito secondo allah e mafia,cioè povertà da nazione da 10^ mondo,analfabetismo,negraggine,colera e spazzatura.i trroni su internet scrivono anche che la sicilia e la puglia siano piene di biondi e che gli arabi arrivarono al Nord ahaha.
    Addirittura i t-rroni osano scrivere che la mafia l’hanno creata i settentrionali e che siano stati i nordici a essere analfabeti e coloresi ahahaha Django quanto invidi a morte i lineamenti bianchi e angelici dei settentrioanali e dei centrali vero eh?ahaha.
    Ma tu hai detto di essere 180 cm e rosso AHAHAHAHAHAHA come no un arabo nordico!
    Hitler scelse proprio gli arabi come esempio di razza ariana ahahaha.
    Ngretto se fai come micheal jacson forse ti schiarisci la pelle,ma sei talmente povero che non hai i miliardi come lui per farlo.Comunque la faccia come la cambi poi?I tratti degli arabi sono così grossi che mettono in crisi tutti i chirurghi.
    Hei… magari se scrivi la letterina a Babbà Natà forse esaudisce la richiesta di voi magrebi e così finalmente diventerete bianchi e nordici e potrete dire di essere superiori ahaha.

    • Django dicembre 11, 2015 6:23 pm  Rispondi

      “.i trroni su internet scrivono anche che la sicilia e la puglia siano piene di biondi e che gli arabi arrivarono al Nord ahaha.
      Addirittura i t-rroni osano scrivere che la mafia l’hanno creata i settentrionali e che siano stati i nordici a essere analfabeti e coloresi ahahaha ”
      E dov’è che le avresti lette queste “fantomatiche” notizie di “cattivi” terroni, eh… su, sentiamo, ebreo/a
      “Ma tu hai detto di essere 180 cm e rosso”
      Proprio così, e se non ci credi possiamo incontrarci… così vedrai con i tuoi stessi occhi, e tu… perchè non provi a descriverti un pò, eh…. “ariano/a”!!! Scommetto che hai la fronte bassa, il naso adunco e i capelli grassi… tipici tratti semiti, ecco come sei di certo!!!

    • Django dicembre 11, 2015 6:24 pm  Rispondi

      “Solo su internet si legge questa str-nzata,chi la afferma a mitraglia sono sempre i trroni,cioè arabi cristianizzati,che disperatamente vogliono essere bianchi e che vogliono la completa terronizzazione dell’Italia affinchè tutti siano nani di 140 cm,con il nasone aquilino,pelle color m-erda,capelli crespi occhi e peli negri,tutto costruito secondo allah e mafia,cioè povertà da nazione da 10^ ”
      WOW, devi essere un/a ebreo/a proprio brutto/a se insisati con questa descrizione… credevo che simili oscenità e scempi fisici fossero solo in israele, la nuova babilonia del medio-oriente!!!
      Qui mni sa che, chi ha invidia per la bianchezza sei pèroprio tu… scommetto che preferiresti essere come LoVerso che, malgrado il bruttissomo fenotipo, geneticamente è TUTTO bianco, ahahahahahah….

    • Django dicembre 11, 2015 6:25 pm  Rispondi

      No, le cose purtroppo non cambieranno mai… sei la solita t-oia, put-ana di m-rda… se almeno dopo quel messaggio ti fosse venuto un infarto, ci avresti fatto una figura migliore!!!
      “Rinc-glionito totale ancora affermi che gli arabi sono bianchi??Arabi mulatti,cioè mezzi bianchi??”
      ancora con ‘sta mi-chiata, quando… quando l’avrei detto????

Leave a reply to poloblu Cancel reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *