Gli ‘stupratori morali’ di Rovereto

C’è chi fa il ‘lavoro’ sporco, chi agisce in modo indiretto. Al Fano, Renzi e Boldrini sono ‘stupratori di secondo grado’.

Donna stuprata: test DNA di massa su 70 profughi Mare Nostrum

Rovereto – Una giovane donna è stata violentata nella notte a Rovereto, in Trentino, in strada. Polizia e carabinieri sono al lavoro per ricostruire in modo preciso i fatti e per arrivare così a identificare il responsabile. ?La donna è italiana e stava portando fuori il cane nei dintorni del centro…

Dopo lo stupro, e solo dopo lo stupro, il sindaco di Rovereto vuole la chiusura del Centro di Accoglienza di Marco. Proprio mentre il duo tragico Renzi-Al Fano è impegnato a smistare clandestini in tutta Italia: negli stessi centri, accanto alle stesse ragazze che portano in giro il cane.

Le stesse istituzioni che hanno sempre dato garanzia di avere di fronte una situazione completamente sotto controllo, ora cambiano idea, post eventum: presenze poco gestite, persone che escono dal centro per cercare la strada verso nord, uomini soli che vagano per il paese in cerca di prede.

Tutte cose che si potevano intuire prima. Prima che la disperazione distruggesse per sempre la vita di una giovane mamma.

Inutile dire, che nessuno potrebbe certo prendersela con chi, infuriato, desse alle fiamme il centro ‘profughi’ della vergogna.

Il compito di un governo è prima di tutto quello di proteggere i propri cittadini, ma noi abbiamo un governo di criminali. Un governo che da oggi è ancora di più il mandante di uno stupro. Perché quei clandestini, in quella struttura, ce li hanno messi Al Fano e Renzi: stupratori ad honorem. Non più solo di democrazia.

Inutile dire che, qualora non si trovasse il Dna dello stupratore nel centro, significherebbe solo che l’ospite se ne è già andato. Come accade da quando Al Fano è ministro.

Inutile dire che, qualora non si trovasse il Dna dello stupratore nel centro, significherebbe solo che l’ospite se ne è già andato. Come accade da quando Al Fano è ministro.

12 Comments

  1. art luglio 28, 2014 12:53 pm  Rispondi

    Avrei una domanda per l’Admin: quando ripristinerete le funzione di segnalazione articoli e crimini? Grazie.

  2. Django luglio 28, 2014 5:01 pm  Rispondi

    Quand’è che cominciamo a fare man bassa di ‘sti politici mezzeseghe e i loro asccoliti, porcakyenge????

  3. Werner luglio 30, 2014 10:36 am  Rispondi

    E in Italia con qesti politici criminali servi dei poteri forti internazionali giudeomassonici, globalisti e internazionalisti, che impongono a tutte le nazioni europee di far entrare orde di arabi, negri e merde varie (cioè di autodistruggersi), funziona così, che se prima non si verifica il danno non si prende alcuna contromisura.

    Finché l’operazione criminale Mare Nostrum proseguirà ne vedremo delle belle, ossia di negri e arabi libidinosi sessualmente affamati di femmina bianca.

  4. Manuel luglio 30, 2014 7:34 pm  Rispondi

    E’ sufficiente navigare in rete anche solo una ventina di minuti, per vedere apparire almeno due volte a lato della pagina qualche spot con un bambino nero che chiede aiuto. Cioè, questo è terrorismo psicologico, pura follia.

    • Django luglio 31, 2014 10:57 pm  Rispondi

      E un cavallo vincente che va avanti dagli anni 90, e gia allora (che ero un bambino) ne avevo le palle piene, interrompevano i miei cartoni animati preferiti solo per cercare di farmi piangere, invece hanno ottenuto l’effetto inverso, i bastardi buonisti XD

    • Manuel agosto 1, 2014 8:35 am  Rispondi

      E’ come avevo evidenziato giorni fa: fermo restando che questi soggetti li ritroviamo tra entrambi i sessi, sono le donne quelle si espongono più nel loro attivismo pro-africani. In loro devono ravvisare un equivalente di cuccioli di animali e la didascalia di una foto recante la scritta “Kimberley Smith with her pets” mi pare ben azzeccata.

      • Django agosto 1, 2014 11:56 am  Rispondi

        Queste sono donne senza cervello e senza dignità, ma se loro vogliono così facciano pure, il problema e che questa gentaglia vuol coinvolgere anche persone con il sale in zucca e la testa a posto, tyentando di distruggergli la vita con i loro “negri da guardia”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *