Mondiali, Bergoglio vuole ‘tutti pareggi’

Il Papa ha un profilo Twitter nel quale twitta ogni giorno imperdibili inutilità che sembrano tratte da un bignami di proverbi. Frasi che, se scritte da un emerito sconosciuto, verrebbero ignorate.

Oggi, Bergoglio ha twittato questo:

Insomma, tutti pareggi.

In realtà gli sport, e anche il calcio – soprattutto manifestazioni tra nazionali – sono la sublimazione del conflitto. Lo sono sempre stati.
Sono il tentativo di imbrigliare la violenza in una manifestazione che sia ‘non distruttiva’. Sono ‘guerre con altri mezzi’. La fraternità non c’entra nulla, quella è roba da orsoline e da giornalisti sportivi.

Attraverso lo sport, i conflitti venivano in questo modo de-potenziati. Le fazioni si accordavano su una serie di regole, e si impegnavano a consumare tutta la diatriba sul campo. Non c’è alcuna differenza – in questo senso – tra i tornei cavallereschi e un mondiale di calcio.

La violenza è lo sport. Lo sport è ‘violenza controllata’.

E’ competizione. La fraternità, come la chiama Bergoglio, non si adatta ad una competizione. Semmai, il rispetto e l’osservazione delle regole.

Il concetto espresso dal Papa condotto al suo estremo, significherebbe un ‘pareggio cosmico’, ma come insegna Eraclito, l’universo non nasce dalla ‘pace’, nasce dalla guerra intesa come scontro di opposti: polemos è padre di tutte le cose.

La vita si genera dal continuo ‘agonismo’ tra le parti che la compongono e ne sono creazione. Il nulla è fraternità. Il che, se vogliamo, è anche il senso tragico dell’esistenza.

13 Comments

  1. steel giugno 15, 2014 12:18 pm  Rispondi

    e invece, siccome le esprime un rappresentante del NIENTE, i coglioni vanno in visibilio…….

  2. Django giugno 17, 2014 10:08 pm  Rispondi

    Ma l’avete notato che, fin’ora, tutte le pertite si sono concluse a 2 a 1 da quando sono iniziati i mondiali? Non vi dice proprio niente uina ripetitività simile??

    • Django giugno 19, 2014 4:33 pm  Rispondi

      Ma tu guarda se dobbiamo lasciarci spaventare da ‘ste palandrane con le barbe piene di pulci!!! Saprei io come sistemerli, appena fanno una delle loro manifestazioni del cazzo, vai li con dei giganteschi autoribaltabili pieni di pietre e glie le rovesci tutte addosso, una bella mega-lapidazione generale (così saranno pure contenti). e poi una bella carica della polizzia armati di cosciotti congelati di maiale e pistole e fucili caricati con proiettili fatti della medesima carne congelata. er poi… vai con una bella carica di ruspe trattori, bettoniere e schiacciasassi. Basterebbe così poco per cacciare via queste zecche!

  3. lelamedispadaccinonero.blogspot.it giugno 24, 2014 8:11 pm  Rispondi

    mr ipocrisia ne ha sparata un’altra delle sue

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *