Noi siamo in lutto quando sbarcano: la pietà è un’arma di distruzione di massa

AGGIORNAMENTO:http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/lutto-nazionale-stuprata-sul-barcone-della-strage-dai-compagni-profughi/

Ecco chi sono, i profughi. Siate pure in lutto per loro.

Noi siamo in lutto ogni qual volta un mezzo da sbarco carico di clandestini, meglio sarebbe definirli ‘invasori’, approda entro i nostri confini. E il lutto spesso si trasforma in totale disgusto per le immagini di presunti marinai tutti intenti a facilitare l’invasione.

E ancor più disgustosa è la cronaca mediatica di questi eventi, quando si verifica un incidente e dei clandestini muoiono in mare. Allora si vorrebbe scaricare la colpa sugli italiani o sull’Europa perché non sono stati abbastanza solerti nell’accoglienza. A nessuna delle menti poco eccelse del giornalismo italiano sfiora l’idea che qui, l’unica colpa, sia degli stessi clandestini: sono loro che si sono messi in viaggio, sono loro che hanno pagato l’equivalente di una piccola fortuna in termini occidentali per farlo. Sono loro che hanno fatto questo, violando la legge italiana o di altri paesi. Questa è gente che sa di non essere benvenuta né cercata, nei paesi nei quali è diretta, ma forza questi paesi all’accoglienza attraverso l’uso strumentale della pietà. E funziona.

Nei loro ‘carichi’, gli scafisti mettono sempre qualche donna – a proposito, ma non era ‘sessista’ definire la donna come ‘diversa’ dall’uomo? – e un gruppetto di bambini: come scudi umani. E i giornalisti sono sempre solerti a fare da megafono alla propaganda degli scafisti: “sono 300 ‘migranti’, tra loro anche donne e bambini”, è la frase tipo che accompagna ogni sbarco. Media che sono complici di questa invasione nel dare le notizie in ‘un certo modo’, nel nasconderne alcune, e nell’amplificarne altre.

Questa è gente che nel 99% dei casi, ripeto, non viene qui per fuggire da guerre, ma per migliorare la propria posizione. Legittimo per loro, dannoso per noi che dobbiamo mantenerli e subirne l’esportazione di crimini e degrado. Nonché l’effetto calmiere in un mercato del lavoro che certo, non ne ha bisogno.

Non esiste alcuna responsabilità dell’uomo bianco rispetto a tutto quello che accade nel Globo. Questa ‘megalomania’ che vede in noi la colpa di ogni mancanza negli altri, è alla radice del fenomeno masochistico dell’accoglienza. Accoglienza che, in estrema sintesi, rende queste stragi molto più probabili. E’ infatti il menefreghismo alla Boldrini che genera le tragedie: quando c’erano i respingimenti non moriva nessuno in mare, perché nemmeno più partivano: bastò rimandare indietro qualche mezzo da sbarco. Capirono subito che non c’era più nessuna possibilità di guadagno, gli scafisti. Ma poi sono arrivati i loro colleghi, gli scafisti ad honorem, Cancellieri-Kyenge-Alfano, e i clandestini hanno sentito il richiamo della foresta.

C’è poi il caso quasi umano di Alfano. Che oggi è arrivato a dire che la strage di cui sapete, è avvenuta perché i clandestini ‘non avevano il satellitare’: ma cosa sei, un ministro degli interni, o un basista in Italia della mafia degli scafisti nordafricani?

I drammi, le guerre e le tragedie avvengono sempre per ‘debolezza’, mai per intransigenza. Chiedete ad Israele quanti ‘migranti’ sbarcano nelle sue spiagge. Nessuno, perché sanno che lì il pietismo non funziona. Lì ti rimandano da dove sei venuto.

In conclusione. Per evitare queste stragi, l’unico mezzo giusto e fattibile, almeno di non voler trasferire tutta l’Africa in Italia con traghetti di linea come vorrebbe la Kyenge, è quello di respingere chiunque arriva: li si aspetta in acque nazionali e poi li si scorta al porto di partenza. Se questo è lontano, li si porta a Lampedusa e da lì in aereo di nuovo a casa loro.

E poi, gli unici responsabili delle morti sono i morti stessi: nessuno li ha obbligati a venire a casa nostra. La verità è questa, anche se non molto ‘masticabile’ dai media di distrazione di massa.

Noi non ci facciamo ‘infinocchiare’ dal ricatto della pietà in onda 24 ore su 24 su tutti i media. Se un clandestino si mette in mare per entrare illegalmente in casa d’altri, se muore, l’unico responsabile è lui stesso. Insieme agli scafisti, anche politici.
Usano la vostra pietà, che è umana, contro di voi. In questo senso la pietà diviene un’arma di distruzione di massa con la quale si impone alle società occidentali l’invasione. Quando usano questa tecnica, pensate a cosa fanno poi, una volta nelle nostre città. Disinnescate l’ordigno che insinuano nelle vostre coscienze.

E poi c’è il fatto di decretare ‘lutti nazionali’ come fosse grandine. In questo modo ‘banalizzandone’ il significato. Certo, questo caso recente deriva da frenesia xenofila da parte di Letta, ma anche altri casi hanno messo in scena un eccesso di zelo. Si è in lutto per chi si ama e si conosce, per chi ci rappresenta, e i casi in cui tutta la comunità nazionale si sente parte di un ‘lutto’ sono, e devono essere, pochissimi. E non è certo questo il caso, dove, bene che vada, stiamo parlando di emeriti sconosciuti; male che vada, di individui che volevano venire a prendersi il nostro futuro, a casa nostra.

P.S.– L’articoletto medio dei giornalisti italiani in questi casi recita che, le ‘migrazioni dei popoli, non si possono fermare…’ e corbellerie simili. Falso. Puttanate. Lo dimostra l’operazione respingimenti portata avanti dopo l’accordo con Gheddafi e gli sbarchi conseguentemente ridotti a zero. Poi qualcuno si è inventato la guerricciola libica ed è saltato il tappo. Ma è tutta questione di volontà. Se inizi a rimandarli indietro, non ne vengono più, se smetti di pagare profumatamente un manipolo di marinarette per fare il lavoro degli scafisti, non ne vengono più: e poi qual è l’altra opzione, farli venire tutti? Li mandiamo a casa dei giornalisti? Quanti milioni? Dieci? Venti? Trenta? Perché questi non si fermano. Se nessuno li ferma.

P.P.S. – Capiamo il vostro dispiacere di fanatici xenofili, nel vedere che un articolo che sconvolge le ‘certezze’ scolpite nei vostri ‘cervelli’ sia condiviso migliaia di volte in meno di un giorno, e l’amara sorpresa di scoprire di non avere il monopolio dell’informazione sul web. E anzi, vedere di essere minoranza seppure fanaticamente attiva. Ma cercate di inserire commenti che, pur contrari, siano utili alla discussione. Sforzatevi.


109 Comments

  1. Noi siamo in lutto quando sbarcano: la pietà è un’arma di distruzione di massa | Delusi Traditi e Incazzati ottobre 4, 2013 1:06 pm  Rispondi

    […] Identità.comIdentità.com Be Sociable, Share! Tweet Category: Identita Tag:distruzione, lutto, massa, pietà, QUANDO, sbarcano, un’arma, “Siamo Post navigation ← RISSA A POMEZIA, FERITO ANCHE UN AGENTE DELLA POLIZIA … – Il Corriere della Città (function($) { $(function() { if (!$('#fb-root').size()) { $('body').append(''); (function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) {return;} js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk')); } }); $.post('http://delusitraditieincazzati.com/wp-admin/admin-ajax.php', { action: 'fbc_ping', post_id: '490', nonce: '6abd50bbe6' }); })(jQuery); dicci la tua opinione Ricerca per: […]

  2. Luka ottobre 4, 2013 1:57 pm  Rispondi

    Bast**di !Perchè non fanno un lutto x gli imprenditori ITALIANI che si ammazzano grazie a Letta e i suoi compari ???O per quei italiani che vengono maltrattati dagli immigrati ??Quello no è ?

  3. BARBARA ottobre 4, 2013 3:06 pm  Rispondi

    MA VERGOGNATEVI……DAVANTI ALLA MORTE ANKE DI BAMBINI E DONNE INCINTE NN SI DOVREBBERO PENSARE QSTE COSE…..IO CONTINUO A RIPETERE KE SEMPRE DI + MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANA.

    • admin
      admin ottobre 4, 2013 3:29 pm  Rispondi

      Lei quanti ‘migranti’ ospita a casa sua?

    • alex ottobre 4, 2013 5:29 pm  Rispondi

      Brava,continua pure a vergognarti,ricordati però che l’ideologia buonista,egualitaria,altro non è che la perpetuazione dello sfruttamento capitalista.La peggior forma di razzismo.

    • steel ottobre 4, 2013 7:14 pm  Rispondi

      un’analfabeta del genere non poteva che “scrivere” cazzate del genere.

    • Marte Ultore ottobre 4, 2013 11:34 pm  Rispondi

      E noi ci vergogniamo di avere tanti connazionali come lei, vere e proprie quinte colonne che non fanno che agevolare la distruzione del proprio popolo in un fanatico accesso di masochismo.

    • LIBICUS ottobre 5, 2013 2:29 pm  Rispondi

      Signora, risponda a queste domande: 1) chi viene in Italia sui barconi affidandosi alla criminalità dei vari paesi dal Corno d’Africa fino al Magreb, crede che non sappia che ci sono stati migliaia di persone che sono morte durante questi viaggi? 2) Dove trovano i mezzi economici per pagare i criminali e le autorità corrotte dei Paesi in cui transitano? 3)Non Le sembra che bambini e donne incinte siano un ottimo ‘scudo umano’ per farsi accettare come fanno gli zingari qui in Italia utilizzando bambini , storpi ( o storpiati) e donne incinte per farsi mantenere da noi senza lavorare? 4) Cosa vengono a fare qui in Italia e principalmente in Europa? 5) Come mai non vogliono essere identificati dall Autorità di Pubblica sicurezza mentre per noi Italiani scattano sanzioni penali se ci rifiutiamo? 6)Si rende conto se è onesta dell’infelice situazione sociale economica e di sicurezza che abbiamo da quando in Italia sono arrivati questi ‘migranti’? 7) Lei accetterebbe in casa persone come ‘ospiti’ si sono introdotte entrando dalla finestra? Perché dovrebbe essere il contrario per una Nazione ? 8) Se devo mantenerli per quanto lo si può fare? Finché ci sono per loro condizioni di emergenza o indefinitivamente? Se Lei mi risponde sinceramente si può discutere, ma se Lei insulta chi pensa in maniera da Lei, non posso far altro che considerarLa poco seria e purtroppo cieca per i soli motivi di ideologia. Mi permetta inoltre io sono fiero di essere ITALICO ( Italiani si può diventare adesso anche recitando una formuletta in burka e ghellabia davanti ad un Sindaco) e di aver tradizioni secolari di civiltà e cultura nel mio ‘sangue’ cioè attraverso le mie generazioni precedenti. Noi siamo accoglienti ma non STUPIDI e l’abbiamo dimostrato quando altri popoli hanno cercato di sottometterci. Io posso accettare chi, straniero ama l’Italia e accetta la sua cultura e è disposto a sacrificarsi sia nell’attività e anche dando la vita pe questa che è diventata la sua Patria, ma non accetto chi viene per rubare ciò che generazioni hanno costruito e per impormi le sue , mi permetta, barbare incivili e primitive idee, usanze, convinzioni e religioni

    • eros ottobre 7, 2013 11:40 am  Rispondi

      BRAVA, MA PROPRIO BRAVA VERGOGNARTI DI ESSERE ITALIANA, MA NON PER IL PENSIERO CHE DEVE SEMPRE ESSERE ESTERNATO…VIVA LA CHIAREZZA, LA SINCERITA’ DOTI CHE GLI ITALIANI CERTO NON HANNO!

    • Ivan.Italico ottobre 9, 2013 9:01 am  Rispondi

      Allora cominci a dichiararsi disponibile ad ospitarli e non solo un paio ma diverse decine, tutti a casa sua.

    • giovanni novembre 11, 2013 12:23 am  Rispondi

      bene, liberissima di salire sul prossimo barcone con loro. appena sarai abusata da tutti gli uomini presenti o buttata in mare dallo scafista, vedi di non tornare in Italia piangendo però.

  4. steel ottobre 4, 2013 3:25 pm  Rispondi

    ma forniamoglieli noi, i satellitari! anzi, mandiamoceli a prendere noi fino a “casa” loro, questi” portatori di valore aggiunto”!
    PAESE DI MISERABILI!

  5. Evanghelion ottobre 4, 2013 4:03 pm  Rispondi

    Miserabili! Dite: ‘DAVANTI ALLA MORTE ANKE DI BAMBINI E DONNE INCINTE NN SI DOVREBBERO PENSARE QSTE COSE’ ed intanto siete magari quelli che fottono gli Italiani e che al primo barbone italiano gli voltate le spalle! Bastardi, siete finti come una moneta da tre euro. Falsi buonisti e moralizzatori, più preti dei preti, più fastidiosi della rogna e dei pidocchi.

  6. Anonimo ottobre 4, 2013 5:13 pm  Rispondi

    siamo tutti emigranti, questo è sicuro. ancora più sicuro è che questo blog viola le principali convenzioni sui diritti umani (Carta dei diritti fondamentali UE, Carta di Algeri, Dichiarazione universale dei diritti umani) e verrà segnalato alle autorità competenti.

    • ItaliaBianca ottobre 4, 2013 5:55 pm  Rispondi

      Ridicolo

      • Evanghelion ottobre 4, 2013 5:57 pm  Rispondi

        Paura!

    • steel ottobre 4, 2013 7:15 pm  Rispondi

      si, mandaci qualche altro anonimo come te, “capitan coraggio”.

    • Derio ottobre 9, 2013 1:22 pm  Rispondi

      Con le tue carte , convenzionie dichiarazioni ti ci puoi anche pulire il CULO, come facciamo noi da un pezzo. Queste carte le hanno firmate i TRADITORI dei loro popoli, come te. Frugati in tasca e mantieni TU le “risorse” che sbarcano, bambine e donne pregne comprese.

      • Marte Ultore ottobre 11, 2013 11:47 pm  Rispondi

        concordo, carta rubata ad alberi che facevano il loro lavoro donando aria buona alla Terra.

    • giovanni novembre 11, 2013 12:25 am  Rispondi

      povero idiota, almeno firmati con un nome.

  7. alex ottobre 4, 2013 5:24 pm  Rispondi

    Luca e Evanghelion,la solidarietà vale solo per certi meridiani e paralleli del globo.

  8. Adelmanno ottobre 4, 2013 5:39 pm  Rispondi

    Davanti a questa cosa sono più che indignato:
    fra un po’ intitoleranno loro anche le piazze e le vie…

    • eros ottobre 7, 2013 11:41 am  Rispondi

      ARRIVATO TARDI, L’HANNO GIA’ FATTO!

  9. ItaliaBianca ottobre 4, 2013 5:53 pm  Rispondi

    Per carità, sono sempre esseri umani ma stabilire un lutto nazionale mi sembra da pazzi. I media si stanno scatenando per far ricordare questa strage, ma allora…

    Chi ricorda tutti gli italiani e i greci che si sono suicidati per la crisi? Per loro nessun ricordo.

    Chi ricorda le migliaia di bambini palestinesi(che vengono tutt’ora)uccisi dagli ebrei? Per loro nessun ricordo, solo fosforo bianco.

    • steel ottobre 4, 2013 7:16 pm  Rispondi

      fanno a gara per avere qualche applauso.

  10. Olivier ottobre 4, 2013 7:34 pm  Rispondi

    le persone come voi sono la vergogna di questo paese! Davanti a una strage del genere non pensavo che ci potessero essere persone che sono in grado di smentire e di trovarsi indignati dalla scelta di richiedere un minuto di silenzio per i morti.
    Sono morte delle persone, donne, bambini, ah ma giusto, le donne e i bambini sono solo un invenzione. Non esistono migranti di sesso femminile o di giovane età. Ma dove vivete? Come è possibile che riusciate a leggere un articolo del genere senza provare una profonda vergogna per le persone che scrivono questo? Come si fa a parlare di “Uomo Bianco” nel ventunesimo secolo? Magari senza poi potervi chiamare fascisti..
    Ho letto commenti su facebook a proposito di questo articolo che dicevano: “Altro che lutto nazionale, festa nazionale”.
    Voi siete le persone che spesso mi fanno sentire estraneo in questo paese, che spesso mi fanno vergognare di essere Italiano.
    Siete solo un gruppo di persone neo-fascista, nostalgico del vostro amato ventennio.
    Per carità, non pretendo che voi capiate, d’altronde come diceva Lord Acton: “Ci sono due cose che non possono essere attaccate frontalmente: l’ignoranza e la ristrettezza mentale. Le si può soltanto scuotere con il semplice sviluppo delle qualità opposte. Non tollerano la discussione”.

    • admin
      admin ottobre 4, 2013 7:44 pm  Rispondi

      I commentatori hanno il diritto di avere la propria opinione e di esprimerla. Per quanto riguarda il Blog, il fascismo non è la definizione adatta, ancor meno quella di ‘nostalgico’. E nessuno ha parlato di ‘festa’, ma se non comprende che essere in lutto per degli estranei è solo una definizione ipocrita, non so che dirle. Il lutto è qualcosa di profondo, qualcosa che si sente dentro, non una manifestazione di propaganda politica e puramente ‘spettacolare’. Secondo lei, questa strage è tale da rendere gli italiani, diciamo almeno la maggioranza, talmente toccata e triste da sentirsi in lutto? E’ falso, ed è ipocrita sostenere il contrario. Alla maggioranza dispiacerà che ci siano stati dei morti, ma con il fastidio del sentirseli imporre attraverso il pietismo.

      La definizione di ‘uomo bianco’ non vedo che problema le crei, visto che è una descrizione evidente della realtà. Una cosa, se si vergogna di ‘essere italiano’, frase abusata e oscena, faccia il viaggio inverso.

      • Evanghelion ottobre 4, 2013 7:59 pm  Rispondi

        Se ne freghi Admin e vada avanti; sono solo due commentatori fuori da ogni logica umana ed animale. Si consoli del fatto che l’articolo, a solo poche ore dalla pubblicazione, è stato condiviso e piaciuto da 8000 persone. Per i due matti là sopra, lasci perdere: i loro amici migranti daranno a loro il benservito, non certo i cattivoni ”bianchi neo-fascisti”; è un fatto accaduto più e più volte che questi dementi buonisti finiscano pestati e massacrati dalle loro risorse, non certo dai bianchi cattivoni. Saluti.

        • admin
          admin ottobre 4, 2013 8:01 pm  Rispondi

          Sono utili quel tipo di commenti, perché ci permettono di spiegare non tanto a loro, ma a quelli ancora in mezzo al guado culturale, la nostra visione del mondo.

      • stefano ottobre 7, 2013 1:00 pm  Rispondi

        Visto che siete in vena di spiegazioni vi porgo una domanda:Il capitalismo è il liberismo economico sono fratelli siamesi.Il piu’ forte prevale sul debole,in un sistema fascista per come è concepito.Come è possibile che il vostro mantra si dichiari contrario al CAPITALISMO?Ogni tanto vi sorge qualche dubbio che siete manovrati da persone inette?Da l’enfasi profusa nei vostri blog,non credo che pensiate in proprio….anzi vi fate infinocchiare per bene

        • admin
          admin ottobre 7, 2013 1:05 pm  Rispondi

          E’ semplice. Prima di tutto non siamo ‘fascisti’. Ma anche se lo fossimo, per amor di verità, il sistema economico che viene portato avanti da quell’area è differente da come lei lo ha descritto. Non c’è lo ‘sfruttamento’ del più forte sul più debole, proprio perché esiste una ‘comunione di sangue’ che li lega. E’ il liberismo-capitalismo che, essendo totalmente apolide, esula dai legami di sangue e pone tutto sul piano dell’interesse e dello sfruttamento del più forte sul più debole anche se questi sono compatrioti. Ed è proprio l’immigrazione il grimaldello che i capitalisti utilizzano per ‘disaggregare’ la società e imporre quindi un sistema economico darwiniano. A me pare che quelli manovrati dai ‘capitalisti’ siate voi. O no?

          • stefano ottobre 7, 2013 4:08 pm  Rispondi

            Siete fallaci su tutta la linea.Non ricerchi termini astratti per sfuggire dalla domanda:Il suo mantra sig.Fiore ,oltre a minacciare azioni legali su wjkidepia.it dichiarava”Di essere contro il capitalismo ed il comunismo,di essere fascista”Il sistema economico è il nostro,importato dall America come una panacea per lo sviluppo degli anni 50°.Ripeto,basta che impostate una ricerca seria,per ottenere la fratellanza tra Capitalismo e liberismo,ovvero un sistema di stampo FASCISTA.Lei puo’ disquisire quanto vuole ,non cambia la storia ne tantomeno ci rende migliori da quelli che lei rifugge.

            • admin
              admin ottobre 7, 2013 4:20 pm  Rispondi

              Stefano, credo sia in confusione. Non penso si renda conto. Chi è il sig. Fiore? Conosce il significato del termine ‘mantra’? Cosa c’entra il fascismo?

              • stefano ottobre 7, 2013 4:39 pm  Rispondi

                La vostra è un azione di pensiero democratico?Il sig. Fiore è quello che ha dato il la’ a diversi gruppi di estrema destra,in Europa e da noi…..Il fascismo è da sempre selettivo,come il nazismo per intenderci,avevano ambedue basi di ideologia nazionalistica,protezione dall invasore…Understand?Vorreste dirmi che vi ispirate a Ghandi?Se non ha capito,il linguaggio e target da lei presi in considerazione”gli immigrati”non sono tanto lontani da Mussolini e Hitler pensiero…Ci siamo?

                • admin
                  admin ottobre 7, 2013 5:18 pm  Rispondi

                  Le ripeto: è confuso. Se vuole parlare con Fiore vada da lui. I suoi pensieri sono privi di senso, mette insieme cose che insieme non stanno, non è un ragionamento logico.

                • Thor ottobre 7, 2013 5:20 pm  Rispondi

                  Roberto Fiore è lui:
                  http://www.robertofiore.net/
                  un grande uomo, ma immagino che nella tua “democrazia” lo metteresti in galera, come con Alba Dorata, no?

    • Mos maiorum ottobre 4, 2013 8:33 pm  Rispondi

      Sai oliver,quando penso che quelli come te sono compongono una larga maggioranza del popolo italiano,anche io mi vergogno di esserlo.

    • Marte Ultore ottobre 4, 2013 11:39 pm  Rispondi

      chi ha parlato di festa? è una tragedia, ma non una tragedia nazionale, semmai lo è per Somalia ed Eritrea. E questa tragedia l’avete causate voi buonisti e terzomondisti che con le vostre dichiarazioni criminali attirate questi sciagurati come locuste e ormai non si fermano nemmeno di fronte alla brutta stagione! Secondo voi saremmo noi i cattivi perché ci opponiamo ad organizzare navi di linea per caricare questa merce umana e sbarcarla nelle nostre coste per poi lasciarla scorrazzare in giro? Ma mi faccia il piacere signor oliver, mi faccia il piacere, lei avrebbe bisogno che queste “risorse” le vengano a sfondare casa e prendersi ciò che lei vorrebbe abbiano, visto che si sente tanto in colpa.

    • LIBICUS ottobre 5, 2013 2:42 pm  Rispondi

      Credo, signor Oliver che Lei stia troppo attaccato alle TV di Stato o che hanno interesse a plasmare i cervelli degli Italiani ai loro scopi. Provi, mi permetta a mettere un SANO DUBBIO CARTESIANO a quanto Le viene propinato da, scusi l’espressione, IMBONITORI di REGIME che ci considerano pecore da tosare e idioti consumatori.

    • Sonny ottobre 6, 2013 7:40 pm  Rispondi

      Io mi vergogno invece che ci siano italiani come te che assistono col loro falso buonismo unidirezionale allo sfascio del loro paese regalato a questi infami che non lottano per migliorare il loro paese preferendo fuggire, piuttosto che cercare di renderlo più vivibile, magari rovesciando i loro governi e dando il potere al popolo!
      Una bella rivoluzione nel loro paese no?
      Più facile invece assaltare in massa un paese che ha già lottato per il proprio benessere a costo di milioni di morti e godere dei loro benefici anche più di loro stessi

      • Sonny ottobre 6, 2013 7:50 pm  Rispondi

        La mia risposta è per Olivier, perché non mi sembra che si capisca, dove è messa.

  11. Mos maiorum ottobre 4, 2013 8:41 pm  Rispondi

    questo non lo ha scritto ne pensato ancora nessuno ma…

    ogni volta che un barcone di invasori affonda e ci sono dei morti,questi sono SEMPRE quelli dell’africa nera.
    Non capita mai che le vittime siano maghrebini o nord-africani…questo perchè gli stessi scafisci,tutti egiziani e siriani,sono dei grandi razzisti! Constato di persone come ragionano a quelle latitudini.
    Se poi sono cristiani come lo sono gli etiopi ecco che spuntano addirittura le fruste.

    Non ci avevate mai fatto caso eh ?!

  12. antonio ottobre 4, 2013 9:26 pm  Rispondi

    tra qualche anno il povero illuso oliver dovrà far finta di non essere italiano per non passare dei guai. trovo insopportabile l’arroganza ( con la coda di paglia) di chi ha urlato VERGOGNA! ( rivolto a chi? sempre gli altri che si devono vergognare) e non si rende conto che è lui che ha tirato la volata a quei poveri discgraziati

  13. pincopallino ottobre 4, 2013 10:24 pm  Rispondi

    certo certo…ditolo ai vostri nonni che stanno in germania…negli stati uniti…e ovunque nel mondo…ah scusate nn volevo dir enonni…ma invasori di altri paesi…
    siete solo dei fascisti di merda…punto…

    • admin
      admin ottobre 5, 2013 12:52 pm  Rispondi

      Ma via, potreste anche trovare un’argomentazione leggermente meno ‘obsoleta’ come direbbe Kyenge. Non esiste nella Storia che italiani si siano imbarcati su navi aerei o altri mezzi per entrare in massa come clandestini in paesi stranieri. E insistere offende l’intelligenza.
      Quando sono andati, era sempre su richiesta. E come per tutti gli altri europei emigrati nel continente americano – Tedeschi in primis – per lavorare, non per farsi mantenere dagli ospiti. Proprio non vi entra in testa.
      E poi, anche fosse vero – e non lo è – perché dovremmo oggi fare l’errore di chi si è fatto invadere da noi decenni fa?

      • Evanghelion ottobre 5, 2013 1:05 pm  Rispondi

        L’ho detto ai miei parenti emigrati in Argentina ed in Belgio; mi hanno risposto che ci sono andati con regolare permesso di soggiorno senza pretese e a forza di lavorare si sono fatti rispettare anche dai ”razzisti” locali di Belgio ed Argentina. Non mi crede? Faccia a meno di credermi. Immagino che Lei non abbia neanche un emigrato in America o in Europa

    • Antonella ottobre 6, 2013 11:47 am  Rispondi

      .i miei zii sono stati emigranti in Francia.Mai e dico MAI in questo modo. Prima di partire veniva fatta una richiesta dalle autorita francesi di un certo numero di lavoratori per le miniere o per le industrie siderurgiche sulla Mosella. Ricevevano a casa il contratto di lavoro in genere annuo; ma poteva essere allungato di un altro anno. Alla scadenza te ne dovevi andare. Punto e basta.Hai capito idiota dei miei stivali?

  14. daniele ottobre 5, 2013 2:24 am  Rispondi

    sono un tesserato ed attivista di casapound…..questi articoli, sanno di ridicolo e sporcano l’ attività del nostro ideale………!!!!!!!!!!!! il contenuto è giusto…..ma l’ articolo oltre che di ridicolo non è bello!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! PER NIENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! se questi poracci vengono qui’ è soltanto colpa dei nostri politici che non avvertono i paesi occupanti della vera realtà del paese!!!!!!!!!!!!! sorrridere sulla loro triste fine è da vigliacchi e vili!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • admin
      admin ottobre 5, 2013 8:10 am  Rispondi

      Casapound è tutto quello che noi non siamo. Un ricettacolo di nostalgici di liturgie senza ideali. Del tipo ‘marocchino in camicia nera’. Noi invece siamo identitari, per noi conta il sangue, la liturgia è consequenziale. L’identità è prima di tutto e all’origine ‘identità di sangue’, da cui quella culturale deriva naturalmente. Quindi non siamo sorpresi dalla sua presa di posizione, che viene da chi considera italiani i somali solo perché gli ricordano il fascismo. A noi il fascismo interessa solo come esperienza storica, non come riproposizione di una liturgia in salsa ormai posticcia e farsesca. Siete un po’ come Fini, dei Fini che continuano a fare il saluto romano: ma sotto il saluto romano nulla.

      Quando ti sarai reso conto che l’identità vive sulle spalle delle persone, e non è qualcosa di etereo ma di profondamente legato all’identità biologica dell’individuo, noi siamo qui.

      Poi una cosa: chi ha riso su cosa? Lei vuol dirci che ieri si è sentito in lutto per emeriti sconosciuti? Ipocrita.

      • Titvs ottobre 6, 2013 9:30 am  Rispondi

        Complimenti Admin, ottimo intervento, il Retaggio è la Stirpe , ed è la Stirpe che forma la Natio, e la “Cultura” così come la Lingua sono una conseguenza della Natio. E quindi identità di Sangue e Suolo. L’unica che può giustificare una solidarietà di comunità.

        Inoltre il Sangue è portatore di un’influenza “sottile”, il Sangue NON è acqua. Solo un Italiano avrebbe potuto scolpire il David di Michelangelo , e solo un Cinese avrebbe potuto sviluppare l’Arte pittorica caratteristica della sua Natio. Infatti in Congo non esistono né Firenze né Venezia né Roma. NON è un caso.

        Il problema è che in Italia non esiste un pensiero “etnico” o “di Stirpe” radicato e autonomo. E gli unici che tendono a ritenerlo importante sono solitamente i nazionasocialisti germanizzanti, che dalla fine della Guerra giocano a fare finta d’essere tedeschi..

        Il bello è che il fascismo creò proprio questo, quello che (una parte attenzione) dei “fascisti del terzo millennio” rifiuta , in maniera propriamente “anti-fascista”. Quelli del “balotelli in camicia nera”. Brrr…

        Quindi secondo loro o sei Nazista, oppure devi essere un patriottardo giacobino, di quelli che considerano “Italiano” qualsiasi negroide che balbetta italiano. E che incitano l'”imbastardimento” della Penisola.

        Quello che ci serve è un grande “pensiero razziale”.

        Che nell’antichità era naturalmente intrinseco e quindi inutile da “teorizzare”.

        Gli Unici veri etno-identitari italiani mi sembrano quelli di Generazione Identitaria, però sono eccessivamente europeisti per i miei gusti.

        Mi piacerebbe sapere se avete intenzione di creare un movimento, o se avete obiettivi anche esterni.

        Grazie dell’eventuale risposta, e

        Saluti

        • admin
          admin ottobre 6, 2013 11:07 am  Rispondi

          Quello che vuole e sta facendo la Resistenza Nazionale attraverso il proprio circuito mediatico, è proprio questo: imporre nella discussione la realtà che ciò che siamo è, in massima parte, indipendente dall’ambiente nel quale viviamo. E’ in prima istanza un lavoro culturale enorme che deve ‘smuovere’ la cultura in profondità. Più un lavoro filosofico che politico in senso stretto.

          • Titvs ottobre 7, 2013 3:53 pm  Rispondi

            Grazie della gentile risposta.

            Quindi i vostri obiettivi al momento si limitano ad un’impegnativa “azione di informazione alternativa” , rispetto alle normali fonti mondialiste. E state conseguendo dei risultati, ad ogni modo.

            Altri importanti appoggi potrebbero essere una radio, e la pubblicazione di una rivista in PDF gratuita. Dove dare le basi generali.

            Giusto alcune possibilità che mi son venute in mente.al momento.

            Quindi molto è ancora in germe.

            Comunque complimenti per tutto ciò che realizzate.

            • admin
              admin ottobre 7, 2013 4:16 pm  Rispondi

              L’idea di una web-radio è nei piani. L’importante è prima creare una rete internet che possa veicolare ascoltatori. E lo stiamo facendo.
              L’idea di una sorta di pubblicazione settimanale che raccolga gli articoli dei nostri tre siti è in cantiere.
              Chiunque abbia capacità in proposito si può fare avanti.
              Poi c’è la fase di creazione di una rete ‘reale’. Ma non è questa la sede in cui discutere.

              • kosmopolites ottobre 8, 2013 3:25 am  Rispondi

                Preparati un cucchiaio di metallo, ti sarà più che sufficiente per la “radio”. Radio carcere a Rebibbia (via sollicciano o don bosco). tieniti pronto, il campanello sta per suonare.

                • admin
                  admin ottobre 8, 2013 12:19 pm  Rispondi

                  Lei è sempre il solito, e scrive sempre le stesse cose. Vorrei entrare un attimo nella sua testa – tanto spazio ce n’è – così, per curiosità, per capire qual è la vostra concezione di libertà e democrazia. Mi spieghi, e ci spieghi, ritiene giusto il carcere – come avviene in Cina – per i blogger non appiattiti sulle posizioni del regime? Via, risponda.

              • Marte Ultore ottobre 9, 2013 5:00 pm  Rispondi

                Webradio subito e in tempo reale. Solo una cosa, se radio deve essere occhio alle frequenze perché trasmettere senza adeguata licenza ci sono pene severe da questo stato di psico polizia.

    • Manuel ottobre 5, 2013 5:47 pm  Rispondi

      “Paesi occupanti”? Di provenienza, cioè? Comunque, a me appare improbabile che nel 2013, con un altissimo numero di magrebini/subsahariani presenti nel paese – che spesso gravitano inoltre attorno ai call center/internet point – che nei loro paesi non si abbiano ancora notizie sulla situazione italiana. Ciò a prescindere dal fatto che questi vogliano spostarsi successivamente verso il Nord Europa e/o che reputino che comunque vada, sarà sempre meglio che a casa loro.

    • eros ottobre 7, 2013 11:44 am  Rispondi

      CASAPOUND!!!!!LA COLPA NON E’ SOLO DEI POLITICI MA ANCHE DI TUTTE QUELLE FRATTAGLIE SITUATE TRA LA CHIESA ED I SINDACATI E PARTITI DI SINISTRA

  15. Mos maiorum ottobre 5, 2013 10:44 am  Rispondi

    ^

    non posso che condividere

    fascismo? no grazie.
    Mi considero etno-nazionalista.

    E’ vero che ho molte idee in comune con la destra sociale ma non mi considero nemmeno io fascista.

    • Marte Ultore ottobre 5, 2013 7:48 pm  Rispondi

      fascismo, nazionalismo, identitarismo, chiamalo come vuoi, purché il risultato sia uno stato forte, internamente coeso, capace di farsi rispettare all’estero e all’interno con forze armate adeguate e con cittadini che con orgoglio sventolino il tricolore nazionale.
      Tutte cose che ci mancano e a cui i comunisti e terzomondisti vari pare proprio vada bene così. Ma io mi chiedo di cosa si lamentano questi pezzi di merda visto che lo stato è come lo hanno plasmato LORO, non certo noi che siamo ai margini politici e sociali.

  16. Adelmanno ottobre 5, 2013 11:42 am  Rispondi

    E’ dura far capire ai microcefali sinistroidi che essere identitari NON significa essere fascisti o nazisti…

    • tomas ottobre 5, 2013 11:55 am  Rispondi

      fai schifo.

      • LIBICUS ottobre 5, 2013 6:58 pm  Rispondi

        Sig. TOMAS, amare la propria PATRIA, terra dove riposano le ossa dei nostri Padri, le nostre tradizioni, le nostre consuetudini, la nostra lingua, la nostra cultura, le nostre tradizioni religiose e voler preservare tutto questo, voler preservare i diritti ed il benessere creato dai nostri nonni, dai nostri genitori e da noi stessi col nostro lavoro e la nostra fatica, e non regalarlo ad altri che approfittano senza VOLER dare nulla in cambio, e che vorrebbero imporci leggi, tradizioni, religioni barbare e annientarci anche demograficamente, NON significa odiare gli altri, non significa essere come dite voi, fascisti , nazisti o razzisti. La prego , moderi le Sue parole e come ho ad altri si faccia un serio esame di coscienza imponendosi un SANO DUBBIO CARTESIANO sulle Sue convinzioni ideologiche. Buon Lavoro!

      • Adelmanno ottobre 6, 2013 9:04 am  Rispondi

        Anche lei, sig. tomas, fa schifo… tuttavia, nessuno è mai venuto a dirglieLo per buon gusto e rispetto.

    • steel ottobre 5, 2013 12:38 pm  Rispondi

      ma perché, credi che se avessero avuto un briciolo di cervello, saremmo giunti a questi livelli?

  17. Carluccio ottobre 5, 2013 12:56 pm  Rispondi

    Barbara e Olivier siete voi i responsabili di qs tragedia, voi col vsotro ( finto) buonismo, voi coi ns politici, Papa compreso, che sono andati a Lampedusa mesi fa ad incentivare qs viaggio al massacro!
    Qui nessuno gioisce, sono essere umani e proviamo pieta’ ma siamo estremamente incavolati con chi vuole distruggerci, da chi, nel nome di interessi inverecondi, quali abbassare il costo del lavoro e mescolarci forzatamente per poi farci perdere l’orgoglio, la dignita’ e l’ identita’ di essere italiana, vuole anestetizzarci per dominarci…
    I nostri Padri sono morti per raggiungere l’ indipendenza del Paese, NON sono fuggiti, chi ha voluto lottare per la liberazione dal nazi-fascismo ha lottato e perso la vita, cosiccome chi ha lottato nel nome della Repubblica Sociale….ovviamente i moderni schiavisti, cui Barbara e Oliver fanno da sponda, la pensano diversamente….

    Ed anche il tipo di Casapund si aggiorni, siamo nel 2013, altro che fascisti del terzo millennio, non siamo in un film, qui si tratta di dare un futuro ai nostri figli!
    Saluti

  18. Patriota Siculo ottobre 5, 2013 1:22 pm  Rispondi

    Propongo che venga istituita una giornata di lutto nazionale ogni volta che una donna italiana viene stuprata da uno o più clandestini (quelli che, a differenza dei protagonisti di questa vicenda, riescono a mettere piede a Lampedusa, o dove altrimenti sbarcano).

    • eros ottobre 7, 2013 11:59 am  Rispondi

      PROPONGO UNA GIORNATA DI LUTTO NAZIONALE OGNI 100 CLANDESTINI STUPRATORI EVIRATI!!!

  19. Poveracci ottobre 5, 2013 2:59 pm  Rispondi

    Siete solo dei poveracci con cervello ridotto al minimo! Non è bello offendere senza conoscere ma dinazi ad un articolo del genere c’è solo da vergognarsi! Non si può nemmeno tentare di instaurare un dialogo con soggetti che ragionano in questi termini! Mi fate semplicemente schifo e non capisco come ancora non vi abbiamo chiuso questo cesso di blog!

    • Carluccio ottobre 5, 2013 7:29 pm  Rispondi

      Sei tu che li hai sulla coscienza, vergognati, hai le mani e la coscienza sporche di sangue, cosiccome certi politici, vergogna! Sei un boia!

    • LIBICUS ottobre 5, 2013 7:32 pm  Rispondi

      Anche a Lei come a TOMAS
      Sig. ANONIMO che si firma POVERACCI,, amare la propria PATRIA, terra dove riposano le ossa dei nostri Padri, le nostre tradizioni, le nostre consuetudini, la nostra lingua, la nostra cultura, le nostre tradizioni religiose e voler preservare tutto questo, voler preservare i diritti ed il benessere creato dai nostri nonni, dai nostri genitori e da noi stessi col nostro lavoro e la nostra fatica, e non regalarlo ad altri che approfittano senza VOLER dare nulla in cambio, e che vorrebbero imporci leggi, tradizioni, religioni barbare e annientarci anche demograficamente, NON significa odiare gli altri, non significa essere come dite voi, fascisti , nazisti o razzisti. La prego , moderi le Sue parole e come ho ad altri si faccia un serio esame di coscienza imponendosi un SANO DUBBIO CARTESIANO sulle Sue convinzioni ideologiche. Buon Lavoro!

    • eros ottobre 7, 2013 11:46 am  Rispondi

      CERVELLO CONTORTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  20. sand ottobre 5, 2013 7:11 pm  Rispondi

    Il più grande desiderio di Bartolo Maggiore,lampedusano di 49 anni,sposato e padre di 2 figlie,è quello di potere adottare un minore,un piccolo migrante,che ha perso tutto,che ha provato la disperazione.Lo vorrebbe in affido. Notizia trovata in rete. Trovo divertente vedere che la stupidità di certi utili idioti si supera di volta in volta.A questo demente non interessa il bene dei suoi simili ma vorrebbe occuparsi degli altri. E il fatto grave è che non si tratta di una adolescente superficiale tutta trucco e chiacchiere ma di una persona adulta di 49 anni.Praticamente mezzo secolo buttato al vento.Io lo manderei per sempre,senza possibilità di ritorno, in un paese del Terzo Mondo dal quale i clandestini partono per entrare ILLEGALMENTE in Europa.Liberiamo il nostro paese di questi imbecilli senza speranza.

  21. nullo ottobre 5, 2013 10:14 pm  Rispondi

    Un vecchio partigiano, una volta, riferendosi alla guerra civile del 43-45, mi disse: ogni volta che ti trovavi di fronte un fascista repubblichino o un nazista, la cosa migliore era scaricargli il tuo mitra contro, e SOLO DOPO chiedersi il perché. E trovavi sempre che avevi fatto la cosa più giusta possibile. Leggendo i vostri infami pervertiti deliri di odio razzista, di voi che siete gli epigoni in sedicesimo, anzi in sedicesimo di sedicesimo, di quei criminali di 70 anni fa, mi rendo conto che quel vecchio combattente antifascista aveva davvero ragione. Vigliacchi, ratti di cloaca (senza offesa per gli incolpevoli roditori).

    • admin
      admin ottobre 6, 2013 10:58 am  Rispondi

      Ma lei è ancora al 1943? Lei ancora ragiona con i termini destra-sinistra che il Sistema ci impone per controllarci meglio? Diciamo subito una cosa: quella fu una guerra fratricida nella quale entrambe le parti erano convinte di fare la cosa giusta per la Patria. Direi che lo stesso errore non deve essere fatto, ed è per questo che noi non reagiamo a rantoli d’odio tipo il suo: il nemico è alle porte. Gente come lei non è il nemico, è solo confusa. Faremo di tutto per aprirvi gli occhi.

      Si faccia una domanda. Quel vecchio partigiano, sarebbe oggi a fare la crocerossina agli invasori, o si batterebbe per combattere questa invasione con altri mezzi? Dove le armi da fuoco sono sostituite con quelle ipocrite della propaganda e del pietismo?

    • Antonella ottobre 6, 2013 11:54 am  Rispondi

      avanti popolo alla riscossa bandiera rossaaaa..
      ma vai a C A G A R E

    • alessandro ottobre 6, 2013 4:34 pm  Rispondi

      24 luglio 1943: Fascisti in Italia 30 milioni.
      25 luglio 1943 ore 9.00:Antifascisti in Italia 30 milioni.
      Partigiano prrr….

    • eros ottobre 7, 2013 11:56 am  Rispondi

      una risposta te la meriti: FAI PARTE DI QUELLA SCHIERA DI SMIDOLLATI IMPOTENTI SENZA FIGLI E FIN QUI CI PUO’ ANCHE STARE – CHE PERO’ PRENDE IN MOGLIE UNA SPROVVEDUTA EXTRACOMUNITARIA ED IN ADOZIONE UN NEGRETTO: ALLA FACCIA DELLA TUA ..EX-PATRIA!!!!

    • Marte Ultore ottobre 7, 2013 12:08 pm  Rispondi

      direi che mai un nome fu scelto meglio del suo. aggiungo solo un nomigliono in amicizia: Porco.

    • Derio ottobre 8, 2013 1:44 pm  Rispondi

      Voi ex “partigiani”, o affini, siete per il 95% usciti dai nascondigli un’ora prima della “liberazione” (!!! figuriamoc,i proprio allora è tornata la mafia dagli USA, cacciata dal Fascismo), avete ucciso proditoriamente, spesso in modo BARBARO (come il povero ROLANDO RIVI, seminarista seviziato e ucciso dai rossi ed oggi BEATO), DECINE di MIGLIAIA di italiani, colpevoli di non volersi piegare alla vigliaccheria dominante e di non voler cambiar bandiera (come hanno fatto innumerevoli “kompagni” ex fascisti) ed avete anche il coraggio di vomitare ancora odio e minacce? Siete la MERDA della Storia d’Italia e, purtroppo per voi, sempre più persone cominciano a capire. La vs menzogna non è passata nel 1922, non è passata nel 1948, e non passerà MAI.

      • Antonella ottobre 10, 2013 12:50 pm  Rispondi

        Bravo Derio ben detto. Erano solo capaci di sparare alla spalle e fare imboscate per poi nascondersi come conigli. Vigliacchi e assassini senza pietà

  22. Arden ottobre 6, 2013 3:16 pm  Rispondi

    Al di là di insulti e accuse di fascismo, nazismo e razzismo, non leggo, da chi dissente da questo blog che gli offre la possibilità di argomentare, anziché limitarsi a insultare, nessun serio tentativo di rispondere a questioni che proprio drammi come l’affondamento di braconi sovraffollati costringono a porsi: perché, potendo pagarsi un viaggio piuttosto costoso, donne incinte e bambini non prendono l’aero, come fa il 90% di coloro che arrivano qui dagli stessi Paesi? Costerà un po’ di più, ma con un po’ di pazienza, potrebbero accumulare il sufficiente. (La Kyenge, da privilegiata raccomandata, ha potuto arrivare qui comodamente, restare in clandestinità grazie a complici che nessuno verrà a disturbare e poi, per cotanta abilità, è stata fatta ministro.) E’ vero o no che, con gli accordi sottoscritti con la Libia, non arrivavano clandestini? E che i respingimenti non fanno né clamore né vittime in Australia? Cosa dovremmo fare, spalancare le frontiere ai milioni di africani, medio-orientali, indo-pakistani, cinesi, ecc…, che vogliono trasferirsi qui? Non mi sembrano domande così farlocche. I toni usati e i temi trattati qui non piaceranno e anzi, possono disgustare: ma disgustosa è anche la retorica che specula su questioni cui non sa dare risposte serie o si appella all’emigrazione italiana in nazioni semi-spopolate o da ricostruire dopo la II Guerra Mondiale. Invece di approfittare dello spazio che si trova qui e delle risposte, in genere, pacate e senza insulti che si ricevono in cambio di insulti e minacce contro articoli e commenti, l’unica cosa che somiglia a una risposta, ma non a un argomento né a una dimostrazione di libertà per sé e per gli altri, è che il forum va chiuso. In effetti, molto poco, molto facile e senza senso. Su, forza, signori e signore anti-identitari, fatevi venire in mente qualcosa che non siano insulti e litanie dovute all’imprinting politicamente corretto ricevuto in tenera età. Certe tecniche di condizionamento, come vedete, non sono infallibili. La realtà è più forte delle distorsioni mediatiche, delle imposture intellettuali e delle falsificazioni accademiche incrociate.

  23. Mario ottobre 6, 2013 5:06 pm  Rispondi

    È tipico degli xenofili non avere nessuna argomentazione e saper solo sparare insulti quando le loro folli idee che si reggono sul nulla vengono messe in discussione. Non è che danno una motivazione a reggere le loro idee, non argomentano le loro scelte, sanno solo tirare fuori la loro frasetta piena di “vergogna” “fascisti” e se va bene ci infilano un “ma anche noi 100 anni fa abbiamo emigrato”, ma UNA SOLA ARGOMENTAZIONE a difesa delle loro idee no, non sia mai, non sarebbero degli utili idioti indottrinati altrimenti.

    • Manuel ottobre 6, 2013 9:51 pm  Rispondi

      Un aspetto ulteriore che ho notato sia qui che in blog/forum affini, è che spesso anche tra chi sostiene i punti di vista dell’ articolista e frequentatori di lungo corso vi sono comunque delle prese di posizione diverse su determinati punti, lungi dall’ essere tutti un’ unica voce. Mi aspetterei quindi un qualcosa di speculare, vale a dire che chi scrive per dissentire riconosca comunque alcuni assunti esposti; invece, di solito niente di tutto questo. Solo minacce più o meno velate, imprecazioni e il solito “fascisti” che tra l’ altro, per vari motivi, mi sembra un termine ormai svuotato di significato.

  24. paolo de rossi ottobre 6, 2013 7:07 pm  Rispondi

    Gli immigrati ci vogliono morti, da quando è iniziata l’immigrazione per mano degli immigrati sono morti più di 50.000 italiani oltre 300.000 donne sono state stuprate.

    Non ho pietà per loro

    • eros ottobre 7, 2013 11:52 am  Rispondi

      CAVOLO SON NUMERI TREMENDI, POSSIBILE!!!!!
      PURTROPPO CERTI ITALIANI E NON SON POCHI SI COMPORTANO COME SE AVESSERE PERSO OGNI TIPO DI VIRILITA’ FORZA IN NOME DI CHISSA’ QUALI ALTI PRINCIPI!?!?! CHE INVECE SI CHIAMANO BASSEZZE UMANE: A LORO NON INTERESSA PIU’ I LORO FIGLI CHE NON HANNO E MAGARI PREFERISCONO IL NEGRETTO IN ADOZIONE

    • Adelmanno ottobre 7, 2013 10:36 am  Rispondi

      Questo link è la dimostrazione che i sinistronzi non hanno alcun sentimento di sangue e di radici: rispettano solamente le ragioni – possiate perdonarmi il termine – del cazzo e della vagina.

      Mi sembra quasi che, dal momento che un leader ha una passione sfrenata per le brasiliane, allora è giusto che tutti debbano ingravidare le afro-brasiliane e chi non lo fa è un individuo da eliminare. Roba da matti… per le ragioni del cazzo dobbiamo estinguerci. I Greci avrebbero accusato tali personaggi di essere schiavi delle passioni… noi, invece, li glorifichiamo!

      Che società di bestie sarebbe la loro! Con tutto il rispetto per le bestie, dal momento che, almeno loro, non si meticciano rispettando ciò che la natura ha creato.

  25. Arden ottobre 6, 2013 8:56 pm  Rispondi

    Meglio non esagerare, nemmeno col sarcasmo, perché qualcuno potrebbe capire lo scherzo e non avere pietà di chi contravviene al cordoglio per le vittime dei ‘viaggi della speranza’, alimentata da chi, la Kyenge, vuole triplicare i posti-letto per gli immigrati, mentre non ha dato multipli per le bare da tenere pronte per quelli che aspettano di salpare di fronte a prospettive così rosee.

    • Patriota Siculo ottobre 7, 2013 5:36 pm  Rispondi

      In soli due giorni già quasi 100.000 visualizzazioni.

      Vediamo quanto tempo passa prima che venga censurato dalla dittatura immigrazionista.

      • Max ottobre 8, 2013 12:48 pm  Rispondi

        Ciao carissimo come stai? Sono Principe Nero!!!

  26. Max ottobre 8, 2013 12:46 pm  Rispondi

    Bravissimi,VOI SI CHE FATE UN’OTTIMO LAVORO DI VERA INFORMAZIONE…NON COME IL 100% DEI MEDIA MAIN STREAM CORROTTI E CRIMINALI… L’UNICA alternativa è che vorrebbero chiuderci la bocca come han’fatto per l’ottimo forum di STORMFRONT!!!! CHE AVEVA L SOLA COLPA DI DIRE LE COSE COME STAVANO E DAVA FASTIDIO..ONORE A VOI,Vorrebbero far’credere che siamo pochi…ma io sento anche la gente in strada CHE NE HA LE PALLE NON PIENE,MA STRAPIENE DI QUEST’INVASIONE PROGETTATA E CRIMINALE,SPECIE IN UN’MOMENTO COSI’BRUTTO PER NOI ITALIANI TARTASSATI E VESSATI IN OGNI MODO E QUESTI STRANIERI CHE INVECE FANNO COME GLI PARE E SONO FAVORITI SOTTO OGNI PUNTO DI VISTA….SVEGLIA ITALIANI…FACCIAMO LA RIVOLUZIONE E ACCOPPIAMO QUESTI LERCI POLITICI CORROTTI E IMPICCHIAMOLI SULLE PUBBLICHE PIAZZE DELLE CITTA’!!!! P.S.Siamo TANTI,CAVALCHIAMO IL MALCONTENTO DELLA GENTE E APPROFITTIAMONE PERCHE’QUESTO BRUTTO MOMENTO DIVENTI LA NOSTRA ARMA PER DISTRUGGERE QUESTO SISTEMA POLITICO CRIMINALE E ASSASSINO…..P.S.2.Il giorno di crisi lo metterei per quello schifoso di Kabobo che HA MASSACRATO 5 …CINQUE NOSTRI FRATELLI….MALEDETTI IPOCRITI,O PER I SUICIDI ISTIGATI DA MONTI!!!!! VI ODIAMO,TEMETE LA NOSTRA RABBIA….TEMETELA………..

  27. Manlio ottobre 9, 2013 1:38 pm  Rispondi

    I Romani si chiedevano: a chi giova?
    Gli sbarchi che continuano senza respingimenti abbattono il costo del lavoro, alimentano quello in nero, ecc.
    La droga proibita alimenta le mafie, anche e sopratutto quelle finanziarie. Non dimentichiamo che il riciclaggio di denaro rende ancor piu’ soldi a chi e’ in grado di riciclarli che a quelli che li fanno con la droga.
    I tagli che non si fanno perche’ i soldi devono continuare ad andare nelle stesse grandi opere ed investimenti dove ci sono gli interessi dei potenti, oltre che per alimentare il voto di scambio.
    E cosi’ via.
    La sofferenza delle persone e’ una tragedia, ma dite bene che qui la tragedia e’ alimentata da politiche sbagliate volute per interessi.
    I media, controllati dagli stessi interessi, ci depistano con messaggi alla volemoci bene mentre distruggono noi e fanno il male anche di quei poveretti che vengono qui (per poveretti intendo quelli che effettivamente vengono per un lavoro e non la maggioranza che cerca una terra da depredare).
    Io non esprimo giudizi di merito, se fossi nato in una famiglia di ladri farei il ladro, in una fmiglia di zingari lo zingaro, in un ambiente di truffatori idem, ecc.
    Esprimo solo che le persone hanno il diritto di difendersi con sistemi leciti quali i respingimenti ed il blocco delle coste.
    Chi e’ contrario dovrebbe spiegarci come mai chiuda la porta di casa e metta l’antifurto impedendo a dei poveri esseri umani di approvigionarsi con le sue cose.
    in Italia ci sono troppi buoni (che quando esagerano diventano scemi come dice il proverbio) e troppi ipocriti che ne approfittano e poi vanno in chiesa a lavarsi i peccati.

  28. benzemalo ottobre 10, 2013 7:02 pm  Rispondi

    wow, che macello in quest’articolo…che la colpa di tutto sia dell’Europa e dell’Italia (anche se solo in parte) e’ ovvio. Senza l’ininterrotta razzia delle risorse africane e senza i recenti piani di primavera araba avanzati da Francia e Inghilterra non ci sarebbe alcun barcone ma solo gente che cerca di costruirsi una fortuna vicino alla sua famiglia e ai suoi amici nei loro paesi.
    Lutto nazionale perche’ l Italia non ha mai avuto le palle in 60 anni di dopoguerra di tirarsi fuori da un’allenza atlantica dove ha iniziato in mutande, di cui riceve le briciole e in cui ora e’ riuscita nell’impresa di farsi bacchettare dai suoi stessi alleati per una tragedia originata soprattutto da loro.
    La verita (che voi che vivete ancora nell’impero romano e nel rinascimento non avete percepito) e’ che l’Italia e’ culturalmente molto piu simile ai migranti che a Usa, Uk e francia, alle cui feste di spartizione del malloppo terzomondista puo solo imbucarsi. Questo a Lampedusa l’hanno capito e anche bene,e’ la loro storia, il loro destino, la loro identita’ (termine che vi piace tanto)… quindi prendete appunti della lezioncina di come essere uomini, ricevuto?

    • Marte Ultore ottobre 11, 2013 11:51 pm  Rispondi

      se si considera così vicino ai “migranti” africani le consiglio caldamente un trasferimento in africa sola andata. Personalmente e con tutti i limiti, nonché il mio odio viscerale per i francesi e croato-sloveni, mi considero mille volte più vicino a costoro per civiltà che non ad un africano. Ma lei può anche ritenersi lontano parente degli uomini di colore, d’altronde la vulgata dice che centomila anni fa gli homines sapientes sono arrivati dall’africa e si sono fatti largo sterminando i neanderteliani europei giusto? ops, ma è simile a ciò che sta accadendo.

      • benzemalo ottobre 12, 2013 10:23 pm  Rispondi

        odi i francesi, odi i croati, odi gli africani… ma non ti accorgi che fai di tutta l’erba un fascio?? ridicolo…magari odi anche i lampedusani giusto?? allora vai da un francese e digli “ti odio perche sei francese” e poi riascolta la tua frase e chiediti se e’ sensata o no…

        • Marte Ultore ottobre 13, 2013 5:59 pm  Rispondi

          Tu sei completamente RINCOGLIONITO, e quindi è inutile perdere tempo con te. Ti consiglio solo, ed è l’ultima volta che rivolgo il mio scritto e il mio tempo ad un essere infame e traditore, di rileggere la storia e vedere che cosa hanno fatto i francesi alla nostra nazione, i quali, a tutt’oggi, occupano gran parte di territori italiani.

          • benzemalo ottobre 14, 2013 12:34 pm  Rispondi

            ridicolo, ma ti hanno informato che la guerra e’ finita? odi tutto e tutti…la nazione italica, ma cosa spartirscono un pescatore lampedusano con il capo di una fabbrichetta veneta?? impara a leggere la storia ODIERNA e magari riuscirai a spiegarti perche la sicilia aiuta i migranti…

            • Stefano ottobre 14, 2013 6:56 pm  Rispondi

              Benzemalo, sei mai uscito di casa negli ultimi cinque anni? No? Lo immaginavo. Fallo ed ascolta il popolo. Poi torna qui e vedi se hai cambiato idea…
              Perché il mondo che immagini e che sogni tu… NON ESISTE PIU’!
              P.S.: a Lampedusa si ingozzano di finanziamenti alla faccia nostra. In arrivo altri 30 milioncini per il disturbo. Capito perché non fanno più i blocchi navali coi pescherecci ma stendono il tappeto rosso ai poveri migranti che soffrono tanto, poveri bambini, povere donne incinte, poveri scafisti?

  29. Arden ottobre 10, 2013 9:06 pm  Rispondi

    La storia delle razzie è troppo lunga e complessa per venirne a capo in poche righe, il bisogno di migliorare la propria esistenza avrebbe giustificano anche prima certi fenomeni e indagini demoscopiche di fonte onusiana dicono che la voglia di Occidente di imponenti masse umane non è legata a drammi umanitari e prescinde da variabili di carattere sociale, culturale o religioso. Infatti, i teorici dell’immigrazionismo sono costretti a tirare fuori ragioni meno sociologiche e pietose: l’uomo è sempre stato nomade, anzi, è ‘nato’ nomade e quindi… Bah! E’ un fatto che l’Europa. per restare a noi, non può accogliere tutti; è un fatto che il dilemma assimilazione/rifiuto dell’assimilazione non ha a che fare con l’Impero di Roma e col Rinascimento, ma, per es., con l’espansionismo islamico e con la sharya: e ha a che fare con la demografia, arrivi massicci e incremento delle nascite fra gli immigrati e declino demografico degli europei sono così rapidi, che gli immigrati non hanno alcun motivo di assimilarsi a culturale che saranno loro a assorbire. Quanto all’Italietta e alla capacità di fare valere i propri interessi, va bene tutto: ma dire che siamo più simili a nordafricani e sub-sahariani che con gli altri popoli d’Europa, è bene che coloro che sono immigrazionisti a tutti i costi, come lo è l’Ue cui si appellano e le cui direttive eseguono con tanto zelo, anziché venirlo a ricordare qui, lo ripetessero in faccia ai rappresentanti dell’eurocrazia in Italia: cioè, a quei politici che dovrebbero rappresentarci a livello europeo e che si limitano a eseguire caninamente tutto ciò che l’Ue gli detta.

  30. Arden ottobre 10, 2013 9:12 pm  Rispondi

    Rileggo il post e ‘scopro’ le scorrettezze di ogni genere in cui sono incorso nello scrivere di fretta. Mi dispiace e me ne scuso con tutti, confidando nella cortesia di chi avrà la bontà di leggere.

  31. Arden ottobre 14, 2013 2:20 pm  Rispondi

    Pardon, Benzemalo, se mi intrometto per, come dire, ‘competenza territoriale’, dato che sono siciliano: ma, nel ringraziarti sentitamente per aver tenuto fuori – una volta tanto – la storia passata della Sicilia araba con i suoi splendori da Mille e una Notte, che significa che la storia odierna spiega per ché i siciliani aiutano gli immigrati? Dato che parliamo di storia, si presume che i sottintesi a uso degli ‘sperti’, diciamo noi, siano da escludere. Capisco che c’è chi, siciliano autorizzato a parlare per tutti, dice che i siciliani sono arabi per una buona metà, almeno e il resto. è da buttare : se sciorinassimo l’elenco degli illustri filo-arabi sorti qui, ne verrebbero fuori, di stupidaggini avallate da firme altisonanti. Quanto ai veneti, abbiamo più cose in comune con loro, credimi, che con chi viene da Hammamet. Poi, siamo tutti gentili e cortesi, con gli ospiti educati. Ma Giorgio Baffo, Carlo Goldoni e Giacomo Noventa, per limitarmi a un ambito in cui trovo termini di paragone, mentre non saprei che corrispettivi arabi farti per musica e pittura, ma, forse, saprai farli tu, non li cambierei per Ibn Hamdis e tutto Omar Khayyam. Questioni di gusti? Ci mancherebbe! Ma so bene, se anche preferissi questi ultimi, di quale lingua, storia e cultura siano espressione: e scarsi o bravi, mi riconoscerei in loro più che in gente più brava, ma che esprime sensibilità e valori diversi dai miei. L’appartenenza non offusca né limita il giudizio: ma il giudizio non può oscurare né ignorare la differenza di lingua, tradizioni e valori. E io penso che i siciliani fanno quello che tutti si aspettano che facciano: non solo soccorrere e aiutare, come farei anch’io, ma trasformarsi in testimonial dell’immigrazionismo e del politicamente corretto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *