Moralità “buone” e moralità “cattive”

Com’è noto, fino a non molti giorni fa sul web era in voga una foto che, secondo i promotori, ritraeva una giovane boldrini intenta a… diciamo: far “prendere aria” alle propria intimità, presso una spiaggia di naturisti.
La foto era un falso, e chi scrive in questo blog non la pubblicò a suo tempo, proprio perché si accorse che non c’era più d’una fortuita somiglianza.

A seguito di tale “scandalo”, la “tollerante” boldrini ( tollerante col cu… degli altri, come si suol dire) ha subito creato un corpo di polizia censoria sul web, pronto a scovare “offese e diffamazioni” a danno della sua persona.
Del lato stalinista che la boldrini ha mostrato nella vicenda ( il comportamento censorio è assolutamente normale per una radical chic) abbiamo già parlato. Ora, vorremmo un attimo concentrarci su alcuni aspetti della vicenda, non meno interessanti.

Intanto, sottolineiamo che qualcuno potrebbe trovare ”curioso” che un membro di un partito come Sel ( un partito che fa dell’estensione edonistica di diritti e “libbertà”, la propria ragion d’essere), possa mostrare tutto questo rancore con chi l’ha scambiata per una nudista.

Ma è soprattutto un altro, il punto che vorremmo sottolineare. Supponiamo che la boldirni fosse stata confusa, non con una nudista, ma con una lesbica intenta a partecipare a qualche decorosissimo gay pride, tra culi di fuori e amoreggiamenti espliciti; ebbene, avrebbe dato lo stesso il via a tale inquisizione?
I media che presentano i gay pride come “manifestazioni culturali” che bisogna sentirsi onorati di ospitare, avrebbero lo stesso parlato di “grave diffamazione”?

E’ divertente immaginare uno scenario in cui la boldrini, membro del partito che ha come segretario “sua virilità” vendola ( frequente partecipatore di certe “manifestazioni”), denunci per diffamazione qualcuno che l’ha scambiata per una che partecipa al gay pride; ma è anche di ardua immaginazione.
Per carità, coi “tempi che corrono”, se denunci qualcuno perché t’ha scambiato per un “diversamente etero” che mostra le chiappe a un gay pride, rischi di beccarti una denuncia per “omofobia”, o “istigazione all’odio omofobico”.
Eccoci allora arrivati al paradosso insito nelle sceneggiate” boldriniane”: << il naturismo è un’aberrazione che rovina la propria reputazione, però i gay pride sono un vanto di decoro e rispettabilità, e sono inoltre amati dal popolo ( come no…)>>.

Fa niente che nei gay pride si vedono altrettante nudità e oscenità, rispetto a una spiaggia di naturisti, come fa niente che in quei casi si tratta di manifestazioni pubbliche eseguite in città, e non di luoghi appartati dove si riunisce chi è “infastidito dai costumi da bagno”.

E’ evidente che questa contraddizione, trova la sua “ratio” nell’esistenza di centri di potere che hanno nell’ostentazione gay e nella cosiddetta “causa omosessuale” degli interessi , che invece non hanno nel difendere i nudisti, e il loro “diritto di andare al mare senza costume”.

P.S. Informazione obbligatoria, prima che qualcuno non molto sveglio fraintenda il senso di quest’articolo: chi scrive non è “infastidito dai costumi da bagno”.


6 Comments

  1. Werner maggio 4, 2013 11:44 am  Rispondi

    Ammettendo che la Boldrini da giovane abbia fatto il bagno completamente nuda, qual è il problema? Cioè se si è trovata al suo agio, non vedo perché dovrebbe improvvisamente reclamare il senso del pudore: se ne avesse avuto almeno un po’ avrebbe fatto il bagno col costume.

    Mah, prima fanno le cose e poi tentano di ricostruirsi una “verginità” che non hanno più da molto tempo.

    • Werner maggio 4, 2013 11:46 am  Rispondi

      Attenzione, con ciò non voglio affermare che la donna nuda nella foto è la Boldrini, anche perché si vede chiaramente che non è lei.

      • Littorius maggio 4, 2013 6:04 pm  Rispondi

        forse che si sia incazzata più per il falso che per la nudità in sè?

  2. LIBICUS maggio 4, 2013 10:36 pm  Rispondi

    Scusa Littorius, secondo me ‘madame’ Boldrini è incazzata perché non ha il fisico di quella splendida donna che se mi permetti a mio parere rappresenta una meravigliosa ragazza italiana. Poi, detto fra di noi, la Boldrini è sempre incazzata , scusa la rima a causa delle continue cazzate che va dicendo e di cui non si rende conto ad es . quella sugli Zingari che sono di antica civiltà: infatti gli zingari hanno costruito il Partenone, il Colosseo, San Pietro , hanno scritto la Divina Commedia e inventato la radio e la fissione nucleare. Inoltre hanno composto l’Aida e la Carmen.

    • Stefano maggio 4, 2013 10:46 pm  Rispondi

      Hai scordato “Progetto Genoma”. Come sarebbe stato possibile senza Rom e Sinti? Senza la loro cultura, libera da contingenze terragne e tutta improntata alla gnoseologia, alla speculazione, all’empirismo galileiano?

    • Adelmanno maggio 5, 2013 1:38 pm  Rispondi

      Ragazzi, così mi fate sentire in debito con la ricca e gloriosa cultura dei rom e dei sinti. Penso che mi metterò delle catene al collo chiedendo perdono!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *