“Profughi”: attacco tedesco al governo Monti

BERLINO – Dalla Germania parte un durissimo attacco contro il governo italiano, stavolta giustificato, colpevole di spingere con 500 euro e un permessino temporaneo gli immigrati illegali nordafricani dall’Italia verso altri Paesi dell’area Schengen.
“È sfacciato il comportamento del governo italiano, che oltre a un permesso di soggiorno temporaneo per l’area Schengen mette in mano agli immigrati nordafricani illegali anche 500 euro per fargli lasciare l’Italia”, ha attaccato il ministro bavarese Hermann.

Per il politico bavarese del partito cristianosociale della Csu, alleato della cancelliera Angela Merkel a Berlino, “l’atteggiamento dell’Italia nei confronti dei migranti nordafricani contraddice fortemente lo spirito dei Trattati di Schengen”. “Lo ritengo un comportamento non solidale verso gli altri Paesi europei”, aggiunge il ministro.

Le vibranti proteste sono arrivate dopo che la polizia tedesca ha fermato lungo l’autostrada austriaca Inntal (A12), ancora una volta, sei immigrati africani e iracheni su un pullman di linea italiano diretto in Germania. Secondo quanto reso noto da un portavoce delle forze di polizia di Rosenheim, cittadina bavarese al confine con l’Austria, gli immigrati volevano stabilirsi in Germania. “Dall’inizio di marzo gli agenti si sono imbattuti in altri 120 casi simili”, ha precisato il portavoce.

Il documento ottenuto in Italia autorizza gli immigrati a muoversi liberamente nell’area Schengen per tre mesi, ammette con l’Ansa il portavoce del ministro, Oliver Platzer. Ma “anche se il governo italiano si può nascondere formalmente dietro le regole di Schengen, viola chiaramente la partnership europea”, sentenzia senza mezzi termini ancora nel comunicato Herrmann. Che per rimediare alla situazione ha anche chiesto un “intervento a livello europeo” del ministro tedesco degli Esteri, Guido Westerwelle.

Del resto non è la prima volta che accadono episodi simili, ricorda all’Ansa il portavoce Platzer. Già nel 2011, quando in Italia erano arrivati in migliaia dalle coste nordafricane infuocate dalla primavera araba, si erano verificate situazioni del genere. Allora la tensione era salita alle stelle con la Francia di Sarkozy, arrivata a bloccare alla frontiera i treni con i migranti provenienti dall’Italia.

Oggi non è solo la Germania a essere preoccupata, ma anche l’Austria, insiste Platzer, che cita un documento della polizia federale tedesca secondo cui sarebbero oltre 5mila gli immigrati che si sono avvalsi del contributo di 500 euro per lasciare l’Italia. “Invece di chiudere i centri di accoglienza e di spingerne gli abitanti a proseguire la migrazione verso altri Stati dell’Ue, l’Italia deve espellere nei loro Paesi d’origine coloro che non hanno diritto all’asilo perché immigrati per ragioni economiche”, ha chiosato il ministro. “A lungo termine – conclude il comunicato di Herrmann – dovremo anche sicuramente riflettere su adattamenti dei Trattati di Schengen per impedire tali sviluppi”. L’Italia è avvisata.

Diciamo subito che “colpevole” è tutta la struttura Schengen. Il governo italiano è composto di farabutti che non avendo lo stomaco di espellere i falsi profughi, timorosi dei piagnistei dei riccardi e roba simile, li spingono in altri paesi europei, non prima di averli mantenuti a spese nostre per due anni e averli rimpinzati con 500€ di mancia. Ma da che pulpito l’accusa di paesi come la Germania, che se ne sono lavate completamente le mani, lasciando l’Italia da sola a fronteggiare una invasione, e ora si lamentano perché ne pagheranno anche loro, in parte, le conseguenze. Dovevano pensarci prima, e collaborare subito.
Il problema è che i politici europei di ogni paese sono farabutti. Non solo i nostri.

E’ ovvio che Schengen non funziona e non gioca certamente a favore dell’Italia, anzi, è una calamità che ci siamo autoimposta. Perché se permette a qualche migliaio di falsi “profughi” di uscire dall’Italia, al tempo stesso permette l’ingresso in Italia, oltre ad un pari numero di “profughi” dalla Grecia, a milioni di Zingari.
L’invasione romena e dei Rom è figlia della libera circolazione, quindi ben venga la fine di Schengen e di altri trattati simili, noi avremmo solo da guadagnarci. Ma questa pantomima su Schengen è patetica: quando l’hanno firmata, i politici hanno letto di cosa si trattava? Quando parlano di “integrazione europea” con una assurda retorica, sanno che questo significa “fine dei confini” e libera circolazione di delinquenti? Lo sanno, e fingono di non saperlo e cadere dal pero, quando si verificano fatti come questi descritti qui. Vero Hermann?

E’ tempo che tornino i confini. Unica difesa dei più deboli e più poveri. Quelli che non possono permettersi case lussuose, servi e guardie del corpo.

12 Comments

  1. Marte Ultore marzo 16, 2013 12:39 am  Rispondi

    Sì ai confini, gli stati nazionali sono l’organizzazione più naturale degli uomini e quindi la più adatta per la loro felicità. Purtroppo due guerre mondiali hanno dato buon gioco a internazionalisti, cosmopolìti ed ecumenici di voler “superare” la nazione, ma queste tragedie di cui viviamo ora le avanguardie sono solo la punta dell’iceberg di quelle future. E un giorno le chiameranno guerre “civili” invece di guerre tra stati, ma quelle civili, non a caso, sono sempre le più feroci e barbari.

  2. marzio marzo 16, 2013 10:26 am  Rispondi

    L’ipocrisia di certi politici nordeuropei non avra’ mai fine.Ci accusano di razzismo se cerchiamo minimamente di arginare l’invasione di extracomunitari, pero’ non li vogliono sul loro suolo. Della serie:fate entrare tutti e teneteveli, ma non ci scocciate.Diceva un famoso politico italiano, questi vogliono fare i froci con i ca… degli altri!

  3. kosmopolites marzo 16, 2013 1:52 pm  Rispondi

    e intanto con l’elezione di un’antirazzista a 24k alla presidenza della camera, ruolo essenziale per l’iter di tutte leleggi (vedi ius soli…) il primo missile corazzato a testate multiple su per il c.ulo della feccia razzista è arrivato…stasera dom perignon a fiumi al dracula di st moritz …alla facciazza del razzistume cloacario tiè 🙂

    • admin
      admin marzo 16, 2013 3:42 pm  Rispondi

      Errore. Questo è il primo passo per il suicidio del centrosinistra. Suicidio che si completerà con le elezioni di Giugno. La sua ignoranza del funzionamento istituzionale italiano è imbarazzante: la Camera non serve a nulla senza il Senato, e l’avere imposta un personaggio come la Boldrini grazie al premio di maggioranza è il segno di elezioni imminenti.

    • Marte Ultore marzo 16, 2013 6:56 pm  Rispondi

      proprio tu parli di missili corazzati a testata multipla e blabla? ma lo sa la tua comunista pacifista boldrini amica di negri, zingari e magreba?
      Forse no, altrimenti ti direbbe cattivo cattivo cattivo, noi siamo per la pace e aprire l’ano a chiunque venga qui con un pene turgido e scuro.
      A voi sì che servirebbero i missili, ma non quelli di carta, gli unici di cui siate capaci, ma quelli veri. Spesso, in giorni come questi, mi auguro un bombardamento termonucleare sull’Italia che venga finalmente spazzata dai comunisti, ma non tanto per quello, quanto per insegnare loro, o meglio, a quelli che rimarrebbero che con le loro stronzate ci fanno poco quando hanno a che fare con chi è armato e pronto a fargli il culo.

  4. luciano marzo 16, 2013 2:24 pm  Rispondi

    il trattato di schengen e’ uno dei piu’ grandi crimini commesso a danno dell’Italia e direi dei popoli europei.
    Ha portato solo disastri. benefici praticamente ridicoli se confrontati con gli spaventosi danni (milioni di furti, decine decine di omicidi stupri etc. etc)
    e qualcuno di qst politici che sbraita dovrebbe sedere come imputato in un aula x crimini contro il suo popolo, ovvero aver attent;ato alla sua sicurezza; visto che i rapporti della olizia di frontiera del tempo parlavano chiaro, lo ricordo: ci sara’ un afflusso di delinquenza brutale ed efferata da romania etc etc.

  5. Werner marzo 16, 2013 3:19 pm  Rispondi

    “…l’Italia deve espellere nei loro Paesi d’origine coloro che non hanno diritto all’asilo perché immigrati per ragioni economiche…”, ha scoperto l’acqua calda questo Hermann.

    Praticamente quelli che non hanno diritto d’asilo in quanto non sono rifugiati politici, SONO TUTTI QUEI NEGRACCI SBARCATI DALLA LIBIA NEL 2011, perché non sono profughi in quanto la Libia – paese in guerra – non è il loro paese, ma si trovavano lì in qualità di immigrati stranieri.

    Comunque, se questo cazziatone tedesco può servire a spronare le nostre autorità ad espellere in massa questi falsi profughi e non doverli più mantenere a nostre spese sul nostro territorio, ben venga, ma per prudenza rimane solo un personale auspicio, soprattutto dopo che oggi è stata eletta presidente della Camera, Laura Boldrini, xenofila e immigrazionista della prima ora, alto commissario per i rifugiati.

    Quindi adesso, dopo Monti, Riccardi e Fini, ecco un nuovo nemico dell’identità nazionale, la Boldrini.

    Guardiamo il bicchiere mezzo pieno: chi amministra questo blog e tutti noi che postiamo dei commenti, ABBIAMO SEMPRE RIBADITO CHE QUESTI PARASSITI SBARCATI NEL 2011 DALLA LIBIA VANNO ESPULSI VERSO I LORO PAESI PERCHE’ NON SONO RIFUGIATI POLITICI, e quindi senza saperlo, questo politico bavarese ci ha dato ragione, mentre invece qui in Italia ci danno dei “razzisti”.

    Su Schengen, cosa devo aggiungere, nulla, avete detto tutto voi e condivido pienamente.

  6. Pietro marzo 16, 2013 8:24 pm  Rispondi

    Gli unici Paesi dell’UE che hanno beneficiato del Trattato di Schengen sono stati i Paesi dell’est Europa ed in particolare Romania e Bulgaria che si sono liberati di tanto zingarume e delinquenza locale.
    Quando durante la primavera araba 2011 Maroni e Berlusconi raccattarono tutti quei negri e magreba stipandoli al CARA di Mineo (CT) l’allora Governatore Raffaele Lombardo disse a Maroni che se non voleva vedere infestate le regioni del nord l’immigrazione la doveva bloccare da Lampedusa perchè gli invasori non vogliono rimanere in Sicilia ma andare a scroccare il ricco nord.
    La stessa cosa potremmo dirla a questo sig. Hermann ed a tutti gli altri politicanti del nord Europa: se non volete essere invasi da negri e magreba l’immigrazione la dovete fermare prima che arrivino in Italia come approdo per poi andare a scroccare e cercar fortuna nei Paesi ricchi del nord Europa.

    • Marte Ultore marzo 16, 2013 8:50 pm  Rispondi

      concordo con te pietro, sarebbe l’unica forma di utilità che potrebbe avere l’europa, ossia IMPORRE a questa sinistra demente tutte le cose che sono la norma altrove. Respingimenti di clandestini, centrali nucleari, rigore nell’esecuzione della pena (altro che indulto e amnistie o depenalizzazione del reato di clandestinità e spaccio), e tante altre cose. Se almeno le facessero nel LORO interesse, potrebbero farlo anche nel nostro in contrasto con gli antiitaliani locali. Ma non credo ciò accadrà, e i nostri “democratici” comunisti sarebbe pronti perfino a scagliarsi contro l’europa pur di proteggere africani e zingari.

  7. Derio marzo 18, 2013 11:31 am  Rispondi

    Mi piacerebbe condividere l’ottimismo dell’amministratore, in linea del resto con altri suoi commenti del dopo elezioni….fatto sta che adesso, intanto, oltre ad avere un pdr comunista immigrazionista che da anni proclama l’urgenza (!!!) di dare la cittadinanza ai baluba, ci ritroviamo anche il PEGGIOR elemento possibile alla p. della camera, una vorace xenofila che dall’alto del suo stipendio a 5 zeri si era piazzata sulle ns coste a recitar la litania dell’avanti c’è posto per tutti…. Ma si rendono conto questi radical chic da strapazzo che già ADESSO in una citta come Rotterdam, nel cuore d’Europa, vige la sharia e gli olandesi veri sono cacciati ai margini della società? Lor signori invasionisti come intendono salvarsi? Anche per loro, anime belle dalla predica facile, si porrà l’alternativa…converzione forzata (con acclusa fine di femminismo, diritti gay, aborto, divorzio, a loro così cari) oppure espulsione coatta, e senza mancetta per giunta!!! Dove si rinchiuderanno a predicar la fratellanza con i peggior nemici della ns civiltà? Credono che siano sufficienti le scorte ed i palazzi dorati di cui attualemnte dispongono?

    • Marte Ultore marzo 18, 2013 4:13 pm  Rispondi

      molte femministe, le più invasate, accettano poi volentieri l’oppressione di un compagno islamico di cui rispettano “la cultura”, e nella scandinavia degli antichi orgogliosi vichinghi talune femministe predicano affinché se proprio le donne debbano far figli “almeno”, non li facessero con Bianchi. Ecco perché non riesco a condividere l’ottimismo, perché tanti ragionano così, invece di denunciare questa presidente della camera come il Male Assoluto la gente ne parla contenta e soddisfatta, i media di disinformazione e distruzione di massa non fanno che blaterare di “assi” calati da bersani e via dicendo. Le cose stanno così, purtroppo, e la maggioranza silenziosa al massimo mugugna, ma poi non dice niente per timore dei rimproveri della minoranza pervicace.

  8. Ganavion marzo 18, 2013 5:00 pm  Rispondi

    L’europa ha poco da fare la voce grossa; sono loro i colpevoli; quando l’Italia ha avuto il problema l’hanno lasciata sola…è questa la “partnership europea” di cui si lamentano ? Il problema dei clandestini è un problema “europeo”, se non mondiale, e l’europa avrebbe dovuto rispondere con una posizione unica, aiutando l’Italia e non lasciandola nei guai, mentre i commissari ONU ci obbligavano ad accettare i clandestini. Un’europa che impone sacrifici, ma non ne vuole fare lui; che vuole generosità col portafoglio altrui, e coraggio col fegato degli altri.
    Di quest’europa non so proprio che farmene !

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *