Messaggi d’ amore dai “nuovi italiani”


Un esempio pratico della tipica arroganza che fermenta nei “nuovi italiani”, e che si palesa anche nei messaggi riportati sulla pagina facebook del loro responsabile nel pd, tal Chaouki ( di cui già abbiamo parlato ieri[nbnote]http://xn--identit-fwa.com/blog/2013/02/03/la-cantonata-del-candidato-islamico-del-pd/[/nbnote]).
Arroganza, continuamente sobillata dalle varie associazioni xenofile ( finanziate da filantropi “erranti”), che hanno ormai instillato in tali figuri l’idea che tutto è loro dovuto.

Nell’insieme di privilegi, case popolari e pensioni, difatti, qualsiasi limitazione i “migranti” trovano al loro volere, hanno ben imparato a interpretarla come terribile razzismo da distruggere.
E da distruggere sono, quindi, coloro che ne vorrebbero imporre di limitazioni al loro volere: i “razzisti”, ovvero quel manipolo d’uomini che ancora ci tiene alla propria terra.

Eccola l’amorevole “società multietnica” che stanno costruendo, fatta di tante coccole, fiaccolate, e ogni tanto qualche “faccia spaccata”; proprio come accade oramai in Francia, come ben dice il “nuovo italiano” Rachid.
Ma attenzione a non cantar vittoria troppo presto; potrebbero scoprire che di facce da spaccare, ce ne sono più del previsto.

P.S.Logicamente, i gravi messaggi sopra riportati, nonostante rappresentino una vera e propria istigazione alla violenza, non troveranno nessun impenitente magistrato pronto ad aprire una qualunque inchiesta; del resto, sono troppo impegnati a trastullarsi con la Mancino ( logicamente, solo quando si può indagare un italiano).[nbnote print=”true”]


13 Comments

  1. Alberto febbraio 3, 2013 6:08 pm  Rispondi

    STERMINIAMOLI

  2. Franco febbraio 3, 2013 8:16 pm  Rispondi

    Leggete il mio post precedente

  3. sand febbraio 3, 2013 8:47 pm  Rispondi

    dice espressamente che le cose cambieranno con la violenza.vorrei sapere cosa ne pensano tutti quelli che parlano di diritti,cittadinanza e quanto altro.dice anche che con le terze e quarte generazioni ne vedremo delle belle.noi sappiamo bene quali sono le loro intenzioni e non ci incantano quando fanno i gentili,non sono bravi attori.in rete è pieno di siti dove ci insultano e ci augurano il male ma siamo pronti a scommettere che non solo non saranno puniti ma non verranno aperte inchieste e non si faranno indagini.a loro tutto è permesso.io non canterei vittoria adesso,se la maggioranza si sveglia e si comporta a dovere li schiaccia in poco tempo.anche la pazienza,giustamente,ha un limite.nella loro prepotenza e nella loro inciviltà-non mostrano un minimo di rispetto verso tutti noi in casa nostra, dove pretendono anche di comandare-non conoscono vergogna.

  4. Zom febbraio 3, 2013 9:12 pm  Rispondi

    Riprendiamoci casa nostra.

  5. Alex febbraio 4, 2013 12:04 am  Rispondi

    cari cammellari, purtroppo per voi non siete in Francia. Finirete sterminati e decimati prima di poterci colonizzare. Non dimenticatevi che ai tempi del fascismo tutto il popolo italiano era fascista e anche se molti di loro hanno voltato le spalle alla propria fede, quei sentimenti nazionalisti “RIBOLLONO” in tutti gli italiani veri!

  6. Lif di euro-holocaust febbraio 4, 2013 2:00 am  Rispondi

    Pur non essendo un iscritto su facebook, mi è stato fatto notare più volte come su quel social network è pieno di allogeni pronti a sputare sul piatto in cui mangiano. In ogni caso, giusto appuntarsi il nome di questo Rachid Elab. Immagino che, convinto di sé, un giorno si farà beccare facendo il giustiziere per i suoi simili e lo vedremo in qualche lancio d’agenzia. Intanto, i suoi simili in Francia continuano a vivere nei quartieri ghetto, nel disprezzo di metà della Francia (quella nazionalista) e nella sostanziale diffidenza dell’altra (quella progressista). Altro che “primavera araba” in Europa!

  7. tzao febbraio 4, 2013 3:18 am  Rispondi

    purtroppo hanno ragione e stanno vincendo alla grande.
    Se continua cosi’ grazie all’immobilismo e ai vari traditori della patria in un futuro oramai prossimo gli italiani verranno chiusi nelle riserve e presi a randellate giorno e notte, in fondo siamo un popolo sadomaso.

  8. Werner febbraio 4, 2013 2:02 pm  Rispondi

    In Italia c’è il rischio che tra 20-30 anni succedano cose molto peggiori di quelle che avvengono nelle banlieu francesi. Infatti se noi sommiamo tra fattori, ovvero, l’immigrazione selvaggia e incontrollata che ci sta colpendo oggi, l’inefficienza giuridico-amministrativa tutta italiana, e il sempre più ridotto supporto finanziario alle forze dell’ordine impossibilitate a contrastare efficacemente la criminalità, c’è il serio pericolo che questa “primavera araba” – tanto auspicata da quel testa di ca**o e cane che non conosce padrone – si manifesti per davvero.

    Numericamente è ancora possibile evitare che questo accada, visto che gli islamici da noi sono circa 1,2 milioni su una popolazione complessiva di 60 milioni di abitanti, MA E’ ADESSO CHE BISOGNA AGIRE, BLOCCANDO L’IMMIGRAZIONE DAI PAESI ISLAMICI, cosa auspicabile visto che ORMAI IN ITALIA C’E’ UNA GRAVE CRISI ECONOMICA CHE STA GENERANDO MISERIA TRA LE FAMIGLIE ITALIANE ORIGINALI. Il lavoro manca soprattutto ai nostri compatrioti, quindi importare altra feccia dall’estero, è assolutamente immorale e dannoso.

    Purtroppo quest’auspicio non si realizzerà finchè questa classe politica arraffona e filomassonica avrà sempre il potere amministrativo ed economico nelle proprie mani: GLI ITALIANI DEVONO COMINCIARE A SVEGLIARSI, SPEGNERE I TELEVISORI E RIBELLARSI A QUESTI SOPRUSI ROVESCIANDO QUESTA CLASSE POLITICA!

    Infine vorrei sapere quel senegalese cosa voleva dire, ma vabbè è il solito negraccio selvaggio e di scarso intellettuo, ingrato, e incapace di esprimersi nella nostra lingua: e noi dovremmo concedere la cittadinanza a uno come questo? Chiedono sempre diritti e poi quando si tratta di adempiere ai doveri, si ribellano e gridano al “razzismo”

  9. Marte Ultore febbraio 4, 2013 4:52 pm  Rispondi

    il mio consiglio è sempre stato uno: se non cambieranno le cose, e non c’è verso cambino temo, almeno prendete tutte le contromisure necessarie ad assicurare la vostra difesa personale ed abitativa. Magari vi spaccheranno la faccia, o magari no, ma quel che è certo è che non sarà l’unica cosa che sarà rotta, o avrà rischiato di esserlo. E ricordate anche che al contrario chi non potrà, o non vorrà, o non saprà, difendersi, non importa se si sia “intrattenuta” in buoni rapporti, quando la massa è carica di rabbia la dirige ciecamente verso ogni obiettivo che ritiene abbia qualcosa da cui prendere, anche poco, magari solo la soddisfazione di sfogarsi, ma se uno viene visto determinato e capace di arrecare alla massa danni, anche gravi, questa pur non tornando buona e buonina, almeno dirige altrove le sue foie. E’ semplice sociologia elementare di questi energumeni in gruppo che son consci in certi frangenti di essere sopra le leggi.

    Inter arma silent leges

  10. toni febbraio 5, 2013 2:08 am  Rispondi

    ma cosa vogliono sti mao mao mi parlano di diritti e cazzate varie noi no e loro li pretendono ! se non gli piace stare qui da noi che vadino via nessuno li ha chiamati che pretese e che arroganza! ma meglio che loro stiano attenti sti talebani!

  11. Derio febbraio 5, 2013 12:00 pm  Rispondi

    Bisogna assolutamente mobilitarsi contro questo vergognoso lassismo a favore degli invasori afro-arabi che impestano le ns contrade. Rubano, stuprano, truffano, scroccano, pretendono, con le spalle coperte da stuoli di legali ed associazioni foraggiate coi soldi pubblici, soprattutto dagli enti locali, tutti armoniosamente dediti all’imposizione violenta e truffaldina del “paradiso” multirazziale, le cui dissennate manifestazioni già rendono inivivibili molte città e paesi dell’Europa Occidentale. Dobbiamo considerarci combattenti dell’idea, senza tentennamenti, certi che tra non molto divamperanno ovunque gli scontri etnici (già in atto in molte parti d’Europa, celati dai mass-media) che ci costringeranno, volenti o nolenti, a schierarci. Vorrò vedere da che parte staranno gli spalancazionisti delle varie associazioni cialtronesche che adesso fanno la cresta sui flussi di soldi che ricevono.

  12. ciccio luglio 17, 2013 10:25 pm  Rispondi

    rachid qui non siamo in francia………..rosarno ti ricorda qualcosa?

Leave a reply to sand Cancel reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *