Islam moderato: Libertà di stupro ai ribelli siriani, ma ‘solo’ sulle maggiori di 14anni

DAMASCO (SIRIA) – Come riferisce la TV iraniana in lingua inglese Press TV, Sheikh Mohammed al Arifi, uno dei maggiori imam islamici dell’Arabia Saudita, ha lanciato una fatwa che riguarda i “militanti stranieri in Siria” – mercenari che compongono il cosiddetto “Esercito libero siriano” – autorizzandoli a contrarre “matrimoni temporanei” – cosí generalmente e’ regolamentata la prostituzione nell’ipocrita religione islamica: mini matrimoni anche di pochi minuti, per rendere ‘religiosamente accettabili’ rapporto sessuali a pagamento – al solo fine di soddisfare i propri desideri sessuali, con le donne siriane di età maggiore di 14 anni.
Appare chiaro pero’ che, in questo caso, la definizione di “matrimoni temporanei” è una autorizzazione religiosa ai pii mercenari islamici a stuprare in modo ‘halal’ le donne siriane che dovessero catturare – specialmente le non islamiche – come se fossero bottino di guerra. Nella stessa fatwa viene garantito il “paradiso eterno” alle donne che dovessero essere vittime di questi “matrimoni temporanei”. 
Da notare che Mohammed al-Arifi è da tempo uno dei sostenitori della guerra scatenata contro il governo di Assad ed uno dei principali finanziatori della stessa guerra, a parte il Qatar. E a parte le cancellerie occidentali.
Nell’universo laicista e femministoide, genera scandalo l’innocuo e stupido manifestino di un prete, ma non una parola contro quei politici occidentali che appoggiano gli supri di massa fatti da islamici con l’avallo religioso dei loro preti.


2 Comments

  1. Werner gennaio 2, 2013 3:37 pm  Rispondi

    “Nell’universo laicista e femministoide, genera scandalo l’innocuo e stupido manifestino di un prete, ma non una parola contro quei politici occidentali che appoggiano gli supri di massa fatti da islamici con l’avallo religioso dei loro preti. ”

    Condivido al 100% quest’ultima considerazione, e vi dirò di più, le laiciste e femministoidi che abbiamo qui in Occidente sono molto aperte all’immigrazione islamica, nonostante tutto.

    L’Islam moderato non esiste, è ora di finirla con questa minchiata, anche perchè, come ho ribadito in un altro intervento, non è una religione, ma un culto semipagano spacciato per religioso: una RELIGIONE NEL SENSO STRETTO DEL TERMINE NON PUO’ TOLLERARE LO STUPRO, INDIPENDEMENTE DALLA FEDE DI APPARTENENZA DELLA DONNA. Infatti qui a rischiare maggiormente di venir stuprate sono le SIRIANE CRISTIANE, che non sono poche visto che cristiana è il 10% della popolazione di quel paese.

    Per gli islamici – che per gran parte sono semiti e mezzi negroidi – stuprare una donna bianca (molte siriane lo sono) e di religione cristiana, è una cosa lecita e ammissibile, e ne fanno una questione di superiorità e di mascolinità, nonchè “religiosa”.

    L’Islam moderato – di cui molti nostri politici xenofili hanno sempre parlato – è un ossimoro inventato dal Sistema per indurre gli occidentali ad accettare e subire passivamente l’orda musulmana in Europa, e che molte moschee e minareti spuntino come funghetti.

    I termini “Islam” e “moderazione” sono tra loro contradditori, perchè il fanatismo e l’oppressione ai danni di chi non è musulmano, sono elementi fondanti di quel culto, così come lo è la guerra santa: basti pensare a ciò che succede in Egitto, dove la comunità cristiana di fede copta, la più antica comunità religiosa di quel paese per insediamento, è continuo oggetto di vili attentati da parte dei fondamentalisti islamici, con l’evidente complicità delle autorità, molto indulgenti nei loro riguardi.

  2. Antonella gennaio 10, 2013 8:28 pm  Rispondi

    Ho sempre odiato i sauditi fin da piccola. Mi fanno schifo e ancor di piu la loro ipocrisia e falsa bigotteria; da una parte invitano i fedeli a rispettare i dettami del corano, inviando orde esaltati chiamati polizia religiosa che picchiano sulle gambe le donne che osassero mostare una caviglia o gli uonimi che non chiudono il negozio quando il muezzin invita alla preghiera. Dall’altra parte “i cerchi” (così li chiamo io) sono il popolo piu corrotto della terra. Prostituzione con donne marocchine compiancenti, gioco d’azzardo, liquori e vino a gogò e ogni genere di perversione nascosti dentro i loro palazzi con maniglie e rubinetti di oro. Sono loro a finanziare il terrorismo d’accordo con gli Usa, il loro braccio armato. Vogliono far diventare la Siria come l’Iraq prima e la Libia poi: nazioni senza controllo e senza governo in balia di assassini senza scrupoli. E le povere donne che dovessero cadere vittima di questi pazzi rischiano oltre allo stupro anche di venire uccise, tanto quelli non hanno nè cuore, nè anima: davvro brutta gente, dentro e fuori.

Leave a reply to Werner Cancel reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *