Gli xenofili non sanno contare

Tutte le persone mediocri e dal grande ego si credono intellettualmente superiori, gli xenofili non fanno eccezione. Ma ormai accade sempre più spesso che diano dimostrazione evidente di questa dicotomia tra “ciò che sono” e “ciò che credono di essere”.
Prendiamo questo articolo: Altro che immigrati, gli autori di stupro sono italiani! Nelle loro piccole teste di antirazzisti a cottimo crederanno di avere fatto uno “scoop”. Di avere trovato – finalmente – numeri che dimostrano quello che loro hanno sempre fantasticato senza mai trovarne evidenza. Immaginiamo l’orgasmo trattenuto a stento. Ecco, nemici xenofili, trattenetelo.
Leggiamo il “ragionamento” dell’articolo e notate la “eccitazione” che traspare per la scoperta – quella che, loro, credono essere “una scoperta” – che annunciano urbi et orbi:

…dei dati raccolti dal Viminale che vanno a sfatare le credenze comuni che sono cresciute durante la propaganda anti-immigrazione del centro destra che dipingeva romeni, marocchini ed egiziani come i principali autori di stupro, contribuendo a creare uno stereotipo mai conosciuto prima: lo stupro, reato prima ignorato, sarebbe opera soltanto di immigrati.

Falso, perché secondo un’indagine, il 60% degli autori di stupro sono di nazionalità italiana (sei su dieci), un vero colpo basso verso chi da sempre etichetta gli stranieri come i principali autori di molestie sessuali. L’indagine, realizzata nel 2009, prevedeva un piano nazionale antiviolenza ma come al solito, sono passati quattro e non se n’è fatto nulla.

Dati che vanno a sommarsi ai tanti episodi di femminicidio che allo stesso modo vedono gli italiani come i principali autori di violenze domestiche che terminano con la morte della vittima donna. Un fenomeno che come quello dello stupro è attribuito solo all’immigrazione, anche quando le statistiche dimostrano il contrario.

La domanda è: possibile che chi scrive questi articoli sia talmente ignorante dal punto di vista statistico – ma probabilmente in generale – da non capire nemmeno che i numeri che pubblica dimostrano l’opposto di quello che vuole asserire?
I dati del Viminale citati dall’articolo, sono quelli del 2011 che noi presentiamo sempre.
Possibile non arrivino a capire che se, il 6% della popolazione maschile[nbnote ]Nella versione corretta, è stato sostituito il valore della popolazione maschile in età adulta: il 6%, invece del 7%, perché era questo il valore corrispondente all’anno al quale i dati Viminale sugli stupri fanno riferimento. Oggi i maschi immigrati in età adulta sono il 7%, ma non esiste una statistica corrispondente sulle violenze sessuali.
[/nbnote] – gli immigrati -(ultimi dati Istat dal censimento) commette il 40% degli stupri (in realtà i nuovi dati sono anche peggiori), mentre il 94% – gli Italiani – commette il 60%, significa che gli immigrati commettono circa 7 volte più stupri di quella che è la loro incidenza sulla popolazione e di quello che dovrebbe essere se fossero “normali”?
Chiameremo questo “circa 7 volte più stupri di quella che è la loro incidenza sulla popolazione”, “fattore di depravazione”: ovvero la sproporzione – o iato – tra la loro presenza e il numero di violenze sessuali a loro ascrivibili.
Se invece volessimo fare un confronto diretto Italiani-immigrati, i numeri sono ancora più chiari e la sentenza anti-immigrazione più forte:

utilizzando le semplici percentuali 6% immigrati = 40% stupri e 94% italiani = 60% stupri, viene un fattore di circa 10 a 1.

[(40/6)/(60/94] = 10

Controprova: mettiamo per assurdo solo il 6% di stupri fosse commesso dal 6% di immigrati e il 94% di stupri dal 94% di italiani: [(6/6)/(94/94] = 1 !

Ergo, gli immigrati commettono circa DIECI volte più stupri rispetto agli Italiani.

Possibile non comprendano che, se Italiani e Immigrati avessero la stessa predisposizione alla violenza sessuale, allora gli Italiani dovrebbero commettere il 93% degli stupri e gli immigrati il 7%? Ovvero pari alla loro incidenza sul totale della popolazione?
Sono idioti, gli xenofili, o cosa?
Possibile non capicano l’enormità – a sfavore del loro modello di società – di questi dati?
Come è evidente, la xenofilia distrugge anche la capacità dell’essere umano di comprendere, non solo la realtà che lo circonda, ma anche quella presentata da numeri e statistiche.
La cruda e triste verità è che a questi individui non frega nulla delle donne che vengono stuprate, interessa solo la manipolazione della realtà a loro uso e consumo. A uso della loro bizzarra ideologia. Altrimenti guarderebbero – come facciamo noi – alla causa primaria degli stupri nella nostra società, ovvero l’immigrazione, chiedendone il blocco per combattere la piaga. Ma “combattere la piaga” non è il loro vero obiettivo. Plasmare le menti ad una realtà alternativa e menzognera è il loro obiettivo.
Altro che “un blog contro il sessismo, l’omofobia e tutte le disuguaglianze“, un “blog contro l’intelligenza”.

E non aspettatevi riconoscano che 2+2 non fa 5. Non è così nel mondo dei fanatici della nuova religione.

[nbnote print=”true”]


23 Comments

  1. Werner dicembre 20, 2012 8:14 pm  Rispondi

    Premesso che lo stupro è un abominio a prescindere dalla nazionalità di chi lo commette.

    Comunque, se è vero che il 60% degli stupri è commesso da italiani, allo stesso tempo è vero pure che la rimanente quota di 40% ad opera degli immigrati, non è una cifra da poco, anzi vuol dire che più di 1/3 li commettono loro, e state certi, che con l’aumento del loro numero di anno in anno la quota è destinata ad aumentare e superare il 60%.

    Da notare come nel 2009 un articolo de L’Unità, quotidiano sinistroide, evidenzia che degli immigrati stupratori, il 40% di essi ha regolare permesso di soggiorno, ed è il reato più commesso dai regolari (http://www.unita.it/italia/laquo-aumentano-gli-stupri-commessi-dagli-immigrati-raquo-1.27206).

    Va inoltre precisato come, tra le nazionalità dello stupratore immigrato, non vi sono solo i romeni (molti dei quali zingari), marocchini, albanesi, egiziani, tunisini, etc., ma anche elementi di una comunità che tutti i media indicano come tra le più “simpatiche” e “pacifiche” comunità presenti nel nostro paese: i senegalesi. Evidentemente i primi fanno più eco sui nostri telegiornali, mentre invece degli stupri commessi dai negri non si parla perchè devono per forza apparire “bravi”(http://www.ilgiornale.it/news/ferrara-senegalese-stupra-turista-sulla-spiaggia.html)
    (http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/2012/07/27/749799-discoteca-violenza-stupro-studentessa-pr.shtml)
    (http://www.mainfatti.it/violenze/Cagliari-ragazza-22-anni-violentata-al-Poetto-Arrestato-senegalese_045560033.htm)

    • steel agosto 28, 2013 3:49 pm  Rispondi

      se ne deduce che se gli immigrati fossero al posto degli italiani (come mi pare che i “governanti” vorrebbero che fosse…), la percentuale dei loro crimini raggiungerebbe qualcosa come il 300% (TRECENTO PER CENTO!) di quello dei “bianchi” attuali… e continuano a farli sbarcare! ma questi sono dei delinquenti, dei DELIBERATI nemici della patria!

  2. Mary dicembre 20, 2012 11:03 pm  Rispondi

    Caro xenofobo, io sono l’autrice del post e ho preso i dati dall’Istat. Inoltre il mio è un blog contro la violenza sulle donne quindi eccome se me ne frega. Invece a voi xenofobi non ve ne frega proprio nulla e questo lo sanno tutti visto che le propagande razziste del 2008 erano volte per cacciare i clandestini ma non di fare leggi a tutela delle donne dal femminicidio e dallo stupro (che avviene quasi sempre in famiglia). Quindi?
    A voi non ve ne frega nulla delle donne, vi limitate a fare la gara su chi stupra e chi no, senza nemmeno tenere conto che chi stupra non ha nazionalità e lo stupro di un italiano non è meno grave di quello di un immigrato. E’ questo che ho voluto precisare nel mio post, che la violenza contro le donne NON HA NAZIONALITA’. Punto!

    • admin
      admin dicembre 20, 2012 11:50 pm  Rispondi

      Xenofobo è chi ha una “fobia” verso gli stranieri, e noi non abbiamo alcun problema con gli stranieri in sé, tranne quando in massa vogliono venire a casa nostra. Se il suo fosse un “blog contro la violenza sulle donne”, le interesserebbe individuare la causa degli stupri per eliminarla, o quantomeno “limitarne” i danni, invece preferisce propagandare una realtà onirica opposta a quella reale. Altrimenti non si spiegherebbe l’orgasmico post citato da noi. Post riguardo al quale, e spero la prossima volta controlli almeno la provenienza delle fonti che pubblica, lei ha preso i dati non dall’Istat, ma dal Ministero degli Interni. Unici dati reali disponibili perché ufficiali: http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/wp-content/uploads/2012/04/viminale.jpg
      Dire che lo “stupro non ha nazionalità” è puerile, il “punto!”, denota un modo schizofrenico di voler negare la realtà che non le piace: se il 6% della popolazione – gli immigrati maschi – commette il 40% degli stupri, questo reato ha nazionalità. Eccome se ce l’ha. Si tolga i paraocchi e ragioni con noi, iniziando con l’ammettere che i numeri del suo articolo negano quello che lei voleva dire con lo stesso.

    • Michele Viareggio dicembre 21, 2012 12:03 am  Rispondi

      Cara Mary, lei non sa contare, non sa minimamente cosa sia la statistica, si occupi di altro che almeno evita di passare da stupida!

    • Pietro Saitta gennaio 18, 2013 1:49 pm  Rispondi

      Lo stupro non ha nazionalità, ma dietro vi sono statistiche che parlano chiaro!
      Secondo la tua logica fallimentare, è giusto che nel nostro paese oltre a dover sopportare gli stupri compiuti da Italiani, dobbiamo sopportare anche quelli commessi da stranieri?
      Quando scrivi “lo stupro non ha nazionalità”, hai solo fatto una precisazione inutile!
      Voi xenofili siete persone viscide perché da un lato siete per l’immigrazione senza freni e dall’atro pretendete che tutto vada bene… e se qualcuno si lamenta è un “razzista”… ma voi restate degli ipocriti e degli ignoranti!

    • Antonio maggio 11, 2013 9:29 am  Rispondi

      Stronzate.

  3. Mary dicembre 20, 2012 11:07 pm  Rispondi

    Sullo stupro comunque è IMPOSSIBILE fare una statistica dato che poche donne lo denunciano. Si vede come vi piace strumentalizzare per dare la caccia al negro.
    Le donne sono più portate a denunciare gli estranei piuttosto che conoscenti e questo lo sanno anche i polli. E siccome che la maggior parte degli stupratori estranei sono immigrati (intendo quelli che aggrediscono per strada le sconosciute) è più facile la denuncia ed essere credute dalla magistratura. Invece siccome la maggior parte degli stupri avviene tra le mura domestiche e la magigor parte dei casi sono i mariti, dimmi secondo te una donna che subisce violenza domestica come fa a denunciare con facilità un marito che la manipola? probabilmente tu sei uno di quelli che considera lo stupro maritale come lecito.

    • admin
      admin dicembre 20, 2012 11:55 pm  Rispondi

      Quello che dice è vero, gli stupri sono sottostimati numericamente. Ma è ovviamente valido per i numeri “assoluti”, non si vede perché dovrebbero essere sottostimati solo gli stupri commessi da Italiani e non quelli fatti da immigrati. Riguardo agli stupri di conoscenti, non si comprende perché questi dovrebbero essere solo Italiani, lo comprendono anche i polli.
      Mi pare che lei voglia negare l’evidenza per continuare a vivere nel suo “mondo onirico”: ammette che, parole sue, “la maggior parte degli stupratori estranei sono immigrati”, e poi vorrebbe asserire che invece le violenze domestiche sono “italiane”: non esistono forse famiglie di immigrati? e non è forse vero che nelle coppie miste la violenza è ancora più diffusa? Non esiste “stupro lecito”, ancor meno quello della verità che lei porta avanti.

      • Mary dicembre 21, 2012 2:10 pm  Rispondi

        Sull’ISTAT è uscita un’altra statistica che rivela che cambiano gli autori di stupro. GLI ITALIANI stuprano in ambienti domestici e spesso di conoscenti, amiche, famigliari, gli stranieri invece stuprano in altri contesti.
        Se iniziassimo a smettere di fare la gara a chi stupra di più???
        Che importa se stuprano più gli stranieri che gli italiani??? COSA CAMBIA SE STUPRASSERO PIU’ GLI STRANIERI???? PENSI CHE ALLA VITTIMA CAMBIEREBBE QUALCOSA?

        Il problema è che stuprano gli uomini, su questo non ci piove e anzichè fare leggi razziali perchè non fare leggi rivolte a tutti per tutelare le donne. VERGOGNATEVI OGNI SCUSA è BUONA X FARE I RAZZISTI. addio.

        • admin
          admin dicembre 21, 2012 2:50 pm  Rispondi

          Leggendo qui questi suoi – chiamiamoli così “interventi” – qui, capisco molto del suo “blog”. Prima scrive un articolo travisando completamente i numeri che presenta e quindi facendo una pessima figura tra chi i numeri sa interpretarli – quindi stia serena, nessun problema tra i suoi lettori – poi, visto che qualcuno scrive mettendo in evidenza i suoi errori puramente matematici, irrompe qui offendendo. Quindi ha poco da dire “addio”: nessuno l’ha chiamata, lei è venuta e le è stata data la parola per confrontarsi con la realtà, cosa che, come è evidente, non le riesce. Quindi fugge.
          Riguardo a quello che scrive in questo ultimo commento: i dati ufficiali sugli autori degli stupri sono quelli del Viminale, per ovvii motivi, quella che lei chiama “un’altra statistica”, è un sondaggio realizzato da Istat sulle liti domestiche – che sono altra cosa rispetto ad una violenza sessuale – e che essendo “liti domestiche” non definisce il rapporto italiani-immigrati, perché essendo le coppie miste o di immigrati solo il 5% del totale, se volessimo avere un valore statistico dovremmo prendere ogni tipo di coppia: italiani-italiani immigrati-immigrati italiani-immigrati e vedere in ogni tipo la percentuale di coppie dove avviene violenza: sorpresa, è stato fatto. Le coppie dove avvengono più violenze sono quelle miste. Altra sua pessima figura, dovuta all’incapacità di leggere le statistiche.
          Lei domanda: “Che importa se stuprano più gli stranieri che gli italiani???”, cambia moltissimo, perché è individuando chi fa una cosa che si può evitare che quella cosa venga fatta. Apra la mente, e si tolga i paraocchi.

        • Werner dicembre 21, 2012 2:57 pm  Rispondi

          Gentile Mary, se Lei ha letto la parte iniziale del mio commento (“lo stupro è un abominio a prescindere dalla nazionalità di chi lo commette.”), si renderà conto che qui nessuno intende strumentalizzare una cosa tanto grave quanto vigliacca come lo stupro, per fare propaganda “razzista”.

          Il problema esiste, è inutile negarlo, e Lei stessa ha scritto che “gli stranieri stuprano in altri contesti”, e ci dà ulteriormente ragione. Infatti gli stupri ad opera di stranieri sono quasi tutti compiuti per strada, oppure nei locali pubblici, CIOE’ PER COLPA DI QUESTI BALORDI VOI DONNE NON SIETE LIBERE DI USCIRE TRANQUILLAMENTE, E DOVETE PREOCCUPARVI SE TORNATE A CASA SANE E SALVE.

          • Werner dicembre 21, 2012 3:01 pm  Rispondi

            Dimenticavo inoltre di dire, che sugli stupri ad opera di stranieri, influisce molto la mentalità di loro: ad esempio i maghrebini, non solo lo fanno perchè hanno una libidine incontrollata, ma anche per puro fine razziale, perchè per loro avere rapporti con la donna bianca, è motivo di vanto, una sorta di trofeo, anche se ottenuto con lo stupro.

            • Derio gennaio 30, 2013 11:12 am  Rispondi

              Esatta considerazione la tua Werner, sono letteralmente assetati di donne bianche da assoggettare sessualmente, come dimostrano i tanti rapimenti di donne occidentali stuprate brutalmente nei paesi islamici (ricordate la povera Amanda Lindhout in Somalia?). Pensate, in Tunisia lo stupro è punibile solo se ci sono almeno sei (!!!) testimoni, là la donna è oggetto di piacere, se poi non è musulmana è un merito violentarla. Come si fa a negare tali evidenze? Aprite gli occhi invasionisti!!!! P.S: chi ha qualche dubbio vada a fare un indagine storica in Ciociaria su cosa hanno combinato i marocchini in tempo di guerra, decine di migliaia di donne stuprate!!! ma questo non lo si deve dire esimio presidente napoletano, vero?

        • Pietro Saitta gennaio 18, 2013 1:52 pm  Rispondi

          Forse non hai messo in conto i casi – ormai numerosi – di donne sposate con stranieri, soprattutto musulmani.
          Ma leggendo le tue stronzate anti-italiane, sembra quasi di capire che la “violenza domestica” si consuma solo tra italiani.
          VERGOGNATI… IPOCRITA!

  4. Mary dicembre 21, 2012 2:11 pm  Rispondi

    Sull’ISTAT è uscita un’altra statistica che rivela che cambiano gli autori di stupro. GLI ITALIANI stuprano in ambienti domestici e spesso di conoscenti, amiche, famigliari, gli stranieri invece stuprano in altri contesti.
    Se iniziassimo a smettere di fare la gara a chi stupra di più???
    Che importa se stuprano più gli stranieri che gli italiani??? COSA CAMBIEREBBE SE STUPRASSERO PIU’ GLI STRANIERI???? PENSI CHE ALLA VITTIMA CAMBIEREBBE QUALCOSA?

    Il problema è che stuprano gli uomini, su questo non ci piove e anzichè fare leggi razziali perchè non fare leggi rivolte a tutti per tutelare le donne. VERGOGNATEVI OGNI SCUSA è BUONA X FARE I RAZZISTI. addio.

    • admin
      admin dicembre 21, 2012 2:50 pm  Rispondi

      Leggendo qui questi suoi – chiamiamoli così “interventi” – capisco molto del suo “blog”. Prima scrive un articolo travisando completamente i numeri che presenta e quindi facendo una pessima figura tra chi i numeri sa interpretarli – quindi stia serena, nessun problema tra i suoi lettori – poi, visto che qualcuno scrive mettendo in evidenza i suoi errori puramente matematici, irrompe qui offendendo. Quindi ha poco da dire “addio”: nessuno l’ha chiamata, lei è venuta e le è stata data la parola per confrontarsi con la realtà, cosa che, come è evidente, non le riesce. Quindi fugge.
      Riguardo a quello che scrive in questo ultimo commento: i dati ufficiali sugli autori degli stupri sono quelli del Viminale, per ovvii motivi, quella che lei chiama “un’altra statistica”, è un sondaggio realizzato da Istat sulle liti domestiche – che sono altra cosa rispetto ad una violenza sessuale – e che essendo “liti domestiche” non definisce il rapporto italiani-immigrati, perché essendo le coppie miste o di immigrati solo il 5% del totale, se volessimo avere un valore statistico dovremmo prendere ogni tipo di coppia: italiani-italiani immigrati-immigrati italiani-immigrati e vedere in ogni tipo la percentuale di coppie dove avviene violenza: sorpresa, è stato fatto. Le coppie dove avvengono più violenze sono quelle miste. Altra sua pessima figura, dovuta all’incapacità di leggere le statistiche.
      Lei domanda: “Che importa se stuprano più gli stranieri che gli italiani???”, cambia moltissimo, perché è individuando chi fa una cosa che si può evitare che quella cosa venga fatta. Apra la mente, e si tolga i paraocchi.

    • eros marzo 25, 2013 10:31 am  Rispondi

      TU DONNA NON PENSI ALLA FREQUENZA CON CUI GLI “ANIMALI” STUPRANO!

    • steel agosto 28, 2013 3:50 pm  Rispondi

      demente.

  5. anonimo dicembre 25, 2012 9:45 am  Rispondi

    sono contro l’immigrazione e contro l’invasione a 360 gradi dato che ormai da tutte le parti entrano clandestini e stranieri che ci stanno comprimendo la liberta’.L’inzio della liberta’ di altri popoli vedi blocco sovietico etc ben venga ma questo portera’ inesorabilmente alla fine della liberta’ dei popoli europei e QUESTO NON DEVE SUCCEDERE!
    Saluti e auguri.

  6. Frank gennaio 5, 2013 11:54 pm  Rispondi

    Cara Mary le consiglio di ospitare qualche immigrato in casa di modo chè saremo in grado di rivedere (in eccesso) i numeri proposti… i buonisti sono il vero cancro della società

  7. eros marzo 25, 2013 10:29 am  Rispondi

    ASCOLTATE BENE: XENOFILI -XENOFOBI E NEUTRI –
    I DATI PARLANO CHIARO: LA DONNA DEVE TEMERE L’INCONTRO CON L’EXTRACOMUNITARIO IN LUOGHI APPARTATI.
    E
    NON ACCETTO REPLICHE!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *