Zingari-Studio genetico conferma: non sono Europei, vengono dall’India

La posizione delle popolazioni zingare in relazione alle altre popolazioni del globlo e rispetto agli Europei.
Come evidenziato dallo studio ed espresso nelle due mappe, gli Zingari sono geneticamente a se stanti rispetto alle popolazioni europee.
C’è però una stranezza che merita un’analisi approfondita: come noterete alcuni “pallini rossi” – che rappresentano individui zingari analizzati geneticamente – si posizionano dentro l’alveo genetico europeo, a differenza della massa degli Zingari presi in esame.
Ora, questo potrebbe dipendere da un’assimilazione avvenuta in alcuni paesi durante il percorso di invasione, ma la relativa segregazione di queste popolazioni rispetto agli Europei, rende questa spiegazione al minimo “incerta”. Allora, come spiegare quei “pallini rossi”? Tutto troverebbe una logica se prendessimo in esame l’abitudine degli Zingari di rapire i bambini delle popolazioni autoctone. La genetica ha risolto un’altra diatriba tra xenofili e realisti.

Il lungo cammino delle comunità Rom sparse per l’Europa è cominciato ben 1.500 anni fa, con l’esodo dalla regione nord-occidentale dell’India, la loro terra d’origine. A svelare le radici della minoranza etnica piu’ parrassitica e numerosa d’Europa è uno studio genetico pubblicato su Current Biology e coordinato dai ricercatori spagnoli dell’università Pompeu Fabra a Barcellona, insieme ai colleghi olandesi dell’universita’ Erasmus di Rotterdam.

Nonostante la loro attuale differenza di lingue, usi e costumi, le comunità zingare che vivono in Europa condividono un’unica radice comune. Quello che nessun documento storico scritto aveva potuto registrare, vista l’incapacità di questa popolazione di lasciare testimonianze scritte, e’ stato ricostruito analizzando i campioni di Dna prelevati da 13 comunita’ presenti in diversi paesi europei.

Le analisi genetiche hanno confermato quello che i linguisti hanno sempre supposto, ovvero che  l’India è il luogo da cui  hanno mosso i loro passi i Rom-Zingari residenti in Europa.

Le popolazioni di Zingari prese in esame

Lo studio ha preso in esame 800.000 marcatori genetici di un gruppo di 150 individui provenienti da 13 paesi differenti -tra i quali non l’Italia dove il loro arrivo è relativamente recente o molto recente.Dalle regioni settentrionali e nord-occidentali dell’India avrebbero mosso i primi passi verso occidente 1.500 anni fa. Sebbene le loro lingue risentano fortemente degli influssi provenienti dal Medio Oriente e dal Caucaso, dal punto di vista genetico i Rom hanno poco da spartire con le popolazioni di queste regioni. Una volta giunti in Europa, avrebbero raggiunto l’area balcanica, e da qui, circa 900 anni fa, si sarebbero purtroppo diffusi in tutto il continente.

”Dal punto di vista genetico, i Rom condividono una storia comune fatta da due elementi: le radici nel Nord-Ovest dell’India e in minima parte contributi derivanti con dai luoghi “visitati” durante la migrazione verso l’Europa”, spiega uno dei coordinatori dello studio, Manfred Kayser dell’università Erasmus di Rotterdam.

E’ la conferma, gli Zingari non sono popolazioni autoctone dell’Europa. La loro terra d’origine è in India, e visto che per ogni andata, c’è sempre un ritorno, il loro posto è in India. Chi siamo noi, per negare ad un popolo il ritorno a casa?


8 Comments

  1. Werner dicembre 12, 2012 11:46 am  Rispondi

    Io lo sapevo già che i Rom sono originari dell’India, e sono giunti in Europa nel Medioevo. Piuttosto spero che un giorno pubblichino uno studio in cui finalmente si dice chiaramente che i negri non sono esseri umani, perchè sono convinto che tutti i genetisti lo sanno, ma non possono rendere pubblica la cosa perchè il Sistema glielo vieta.

    • Daniel dicembre 12, 2012 2:22 pm  Rispondi

      I rom furono cacciati dall’India a causa dei loro comportamenti, della loro prepotenza che ancora oggi persiste non solo tra i nomadi ma anche tra gli stanziali.
      Per quanto concerne i così chiamati negri, ovvero sia coloro che rappresentano la razza negroide, sono umani senz’altro, semplicemente nella scala evolutiva sono, insieme agli aborigeni, antecedenti agli orientali come i giapponesi e cinesi ed ai bianchi. Secondo molti recenti studi i negri non hanno componenti genetiche neanderthaliane, cosa che invece un po’ tutte le altre popolazioni del mondo hanno. http://www.galileonet.it/articles/4e26e90b72b7ab7e02000040

  2. Alessandro dicembre 12, 2012 5:14 pm  Rispondi

    Mi chiedo perchè nessuno presenti un’istanza alle nazioni unite per la costituzione di una patria Rom nel Radjstan in India, perchè non si autodeterminano nella loro vera patria originaria? Agli ebrei è stato concesso Israele nel ’48, si faccia lo stesso coi Rom, a maggior ragione nel momento in cui rivendicano una loro specificità e una loro cultura, su… è ora di tornare a casa….

  3. Nocciolina gennaio 30, 2013 9:25 pm  Rispondi

    Qualcuno spiega al mago qui sopra che gli europei sono di ceppo Indoeuropeo? Forse è il caso di tornare a studiare.

    • admin
      admin gennaio 30, 2013 10:32 pm  Rispondi

      Suggerimento che dovrebbe seguire lei, visto che Indoeuropei non ha relazione con “India”, ma raggruppa genti che mossero da un luogo d’origine ancora imprecisato, ma probabilmente il Caucaso, popolando il continente euroasiatico dal nord dell’India all’Europa: da questo indo-europei. I Rom sono invece di ceppo dravidico.

      • Django ottobre 2, 2014 2:27 pm  Rispondi

        Verissimo! Però ho letto che un piccolo gruppo di Romanì (una esigua minoranza) è di stirpe ariana, varrebbe a dire indo-europeo, e quindi bianco (vedi gli Orfei, Charlie Chaplin o Bob Hoskins). Escludendo naturalmente quelle persone che sono state rapite da loro quando erano piccole, e alcune (fortunatamente) sono tornate nel loro ambiente d’irigine, ovvero i bianchi.
        Senza contare che il Romanì stesso, è una lingua di ceppo indoeuropeo.
        Un altra cosa… mai confondere i sequenti gruppi con gli zingari, perchè assolutamente bianchi (nonostante si tratti di etnie nomadi):
        Le Gens de Voyage o “Les Gitans” che sono francesi.
        Gli Jenisch, altrimenti detti “zingari” bianchi, che sono tedeschi, di dubbia discendenza celtica (anche se loro si definiscono tali), oramai stanziati in Svizzera da parecchio tempo.
        I Pavee che sono irlandesi.
        E infine i Tattaren dalla Scandinavia.

  4. adry agosto 18, 2016 4:17 pm  Rispondi

    I rom non sono Indoeuropei e nemmeno Ariani dell’ India… sono geneticamente affini agli ebrei, e infatti sono samaritani, come ammette questo rom:

    http://www.imninalu.net/Romsinti.htm

    • Django agosto 20, 2016 3:05 am  Rispondi

      Beh, che non siano bianchi (la stragrande maggioranza) è un dato di fatto, ma per quanto riguarda delle presunte origini ebraiche… bah, sembra il loro solito squallido tentativo di far parte di qualcosa (visto che questi bastardi non hanno più un identità da secoli) sparando balle grosse come siluri.
      Può darsi che una parte di loro si sia accoppiata con giudei (il che non mi stupirebbe, viste le loro affinità di ladri e ricattatori) mettendo al mondo dei mezzi sangue ma, ehi… con quale razza non hanno adottato quest’epediente i giudeazzi???
      E’ invece opinione assodata che i Romanì dei primordi fossero bianchi indo-europei, e che solo dopo, tramite un massiccio imbastardimenti con le razze scure dell’India (dravidi e veddidi), perserò quasi del tutto il loro nobile reataggio originale (tranne la lingua), finendo poi esiliati e sparpagliati per il mondo con tutte le loro variabilità genetiche tra romanì meticci (la maggioranza) e romanì bianchi (esigua minoranza) oramai quasi sull’orlo dell’estinzione, fortunatamente (per loro) assorbiti dal ben più ampio cepppo bianco europoide, cioè… noi!!!
      Questa è la tesi più comunemente assodata, nonchè la più credibile a livello scientifoco-antropologico.
      Io dico che la vicenda del popolo romanì dovrebbe essere presa come esempio e monito di ciò che ci aspetta se continuiamo a riempire l’Europa con allogeni di ogni parte del mondo.
      Guarda caso poi chi di essi creano sempre problemi son quelli razzialmente scuri ed impuri, ma che sorpresa!!!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *